Francesco Boccia
Francesco Boccia
Politica

Boccia: «Casaleggio come Berlusconi, il conflitto d'interessi riguarda anche chi controlla i dati sul web»

Il parlamentare biscegliese: «La proposta del Pd è stata depositata, vedremo se i 5 Stelle avranno il coraggio di approvarla»

«Una normativa aggiornata sul conflitto di interessi non può non tenere conto delle ricadute del settore digitale sulla politica, in particolare di chi oggi ha una carica istituzionale e ha collegamenti diretti ed evidenti con società che si occupano di profilare online le persone, o peggio ancora di indirizzarne le scelte in maniera indiretta. Non si può ridurre la politica a marketing». Lo ha dichiarato il biscegliese Francesco Boccia, parlamentare del Partito Democratico.

«La legge sul conflitto di interessi nella società digitale presentata parla al mondo di oggi e di domani. Le proposte giunte in Parlamento dal Movimento 5 Stelle parlano di una società novecentesca lontana dalle complessità di oggi. Dev'essere chiaro a tutti che nel 2019 non si deve poter selezionare un terzo del Parlamento e più di mezzo governo attraverso attività di profilazione, analisi del sentiment, analisi comportamentale, indirettamente anche attraverso il "nudging" con attività fatte spesso dagli stessi candidati e poi dire noi non c'entriamo nulla, se si hanno a cuore le regole democratiche di un paese» ha aggiunto.


«Oggi il conflitto di interessi non riguarda soltanto l'editoria se gestita o condizionata da chi ha un ruolo politico ma anche chi si occupa di dati, di informazioni, di business o di attività che, anche attraverso il web, incidono sulle scelte politiche. Vale per Casaleggio così come per tutte quelle società private che usano piattaforme online per influenzare le scelte politiche, attraverso l'analisi e la canalizzazione del sentiment degli elettori» ha evidenziato il parlamentare dem.

«Il conflitto di interessi che andiamo a normare si applica al titolare della carica politica che sia stato eletto anche attraverso il sostegno di società private che fanno nudging o all'editore che eserciti, o abbia esercitato negli ultimi tre anni, la propria attività nel settore della comunicazione elettronica o di gestendo piattaforme online. Nel rispetto del regolamento Euratom si stabilisce anche il divieto, per chi concorre a incarichi politici, di esercitare attività di profilazione degli utenti o alterazione inconsapevole del comportamento delle persone in modo prevedibile. Nel caso in cui ad incorrere in conflitto di interessi sia il titolare della carica politica questo decadrà dalla carica; nel caso in cui, invece, il conflitto di interessi sia stato riconosciuto ad un'azienda privata, dovrà pagare una sanzione pecuniaria.

Se a fare analisi del sentiment degli utenti e profilazione dei dati è un partito politico, allora la si fa in maniera trasparente con piattaforme open source, con algoritmi aperti e leggibili da tutti e controllabili, in qualsiasi momento, da un'autorità terza (in questo momento la piattaforma Rousseau non risponde a nessun requisito tra questi). La proposta del Pd è stata depositata, vedremo se il M5S avrà il coraggio di approvarla» ha concluso Francesco Boccia.
  • Partito Democratico
  • Francesco Boccia
  • pd
Altri contenuti a tema
Crisi di governo, le posizioni dei due deputati biscegliesi Crisi di governo, le posizioni dei due deputati biscegliesi Boccia conferma la linea del segretario dem Zingaretti, Galantino sembra propenso a negare la fiducia a un nuovo esecutivo coi 5 Stelle
Francesco Boccia responsabile Pd per l'economia e la società digitale Francesco Boccia responsabile Pd per l'economia e la società digitale Il parlamentare biscegliese è stato nominato dal segretario Zingaretti nel corso dell'assemblea nazionale
Spina replica a D'Ambrosio: «Come mai te la prendi solo con me e con un pezzo del Pd?» Spina replica a D'Ambrosio: «Come mai te la prendi solo con me e con un pezzo del Pd?» L'ex sindaco, tirato in ballo dal parlamentare 5 Stelle, gli chiede conto di un'interrogazione del 2015: «Si è saputo più niente?»
Intervista esclusiva a Francesco Boccia: «Questione punto nascita risolta in 48 ore. Consiglio all'amministrazione di mettere la sveglia ogni mattina alle 7» Intervista esclusiva a Francesco Boccia: «Questione punto nascita risolta in 48 ore. Consiglio all'amministrazione di mettere la sveglia ogni mattina alle 7» L'economista e parlamentare dem: «Il bilancio del primo anno di amministrazione Angarano di centrodestra è fallimentare»
Boccia: «Totalmente contrario alla chiusura del punto nascita di Bisceglie» Boccia: «Totalmente contrario alla chiusura del punto nascita di Bisceglie» Il parlamentare dem: «Decisione inaccettabile, chiedere spiegazioni al ministero e alla regione. Mi auguro la più ampia unità politica sul territorio»
Regionali 2020, Zinni attacca Boccia Regionali 2020, Zinni attacca Boccia Oggetto del contendere il possibile inserimento di un candidato andriese nella lista del Pd
Aspettando Capri startup competition, un evento all'inventor lab DigithON Aspettando Capri startup competition, un evento all'inventor lab DigithON Giovedì 27 giugno alle Vecchie Segherie Mastrototaro
Decreto Crescita, concessione Acquedotto pugliese fino al 2023 Decreto Crescita, concessione Acquedotto pugliese fino al 2023 Accordo Pd-M5S, Boccia: «Abbiamo apprezzato la proposta di Daga sul futuro del distretto idrografico»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.