Donato Papagni
Donato Papagni
Cronaca

Camionista rinviato a giudizio per la morte di Donato Papagni

Il 63enne di Monopoli che investì il biscegliese andrà sotto processo

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Foggia, Carlo Protano, ha rinviato a giudizio un 63enne originario di Monopoli per la tragica vicenda della morte di Donato Papagni, il 42enne autotrasportatore biscegliese travolto e ucciso a Cerignola la sera del 2 aprile 2022. La richiesta del pubblico ministero della Procura dauna, Matteo Stella, è stata accolta e perciò il monopolitano andrà a processo. L'udienza preliminare si terrà il prossimo 21 giugno. I familiari di Papagni sono assistiti dallo studio Studio3A-Valore S.p.A.
Papagni, in passato commerciante ambulante, era al lavoro per la Vandelia srl, un'azienda atttiva nel campo ortofrutticolo. Di ritorno da una trasferta nel napoletano per la consegna di alcuni prodotti, intorno alle 22:15 era a bordo di un autocarro Iveco 35 quando, sulla strada statale 16, in territorio di Cerignola, si è dovuto fermare a causa di un'avaria al veicolo. Il biscegliese ha accostato il mezzo all'estremo margine destro della sua corsia di marcia, ha azionato tutti i dispositivi di segnalazione, a cominciare dalle luci lampeggianti a intermittenza del furgone, ha avvisato la sua azienda del problema, ha telefonato alla moglie spiegandole l'accaduto e informandola che avrebbe tardato - è l'ultima volta che la donna ha sentito il marito -, ed è sceso dall'abitacolo per provare a sincerarsi del guasto. Ma ha fatto appena a tempo ad aprire il cofano che sul suo autocarro si è abbattuto l'autoarticolato Scania che sopraggiungeva nella stessa direzione di marcia, condotto dal 63enne di Monopoli che lo ha tamponato violentemente, colpendone il lato posteriore sinistro con lo spigolo anteriore destro del suo trattore stradale, scagliandolo contro il guardrail e finendo in questo modo per travolgere anche la vittima, rimasta schiacciata tra il suo autocarro e la barriera: Papagni ha riportato, in particolare, un gravissimo trauma toracico e del bacino che non gli ha lasciato scampo.

Il sostituto procuratore ha subito iscritto nel registro degli indagati per il reato di omicidio stradale il conducente del mezzo pesante: i congiunti del quarantaduenne, per essere assistiti, attraverso l'Area manager Puglia Sabino De Benedictis, si sono affidati a Studio3A-Valore S.p.A., società specializzata a livello nazionale nel risarcimento danni e nella tutela dei diritti dei cittadini, con la collaborazione dell'avvocato Fabio Ferrara del Foro di Bari. E ora, a conclusione dell'inchiesta, il magistrato inquirente ha chiesto il processo per il camionista imputandogli l'esclusiva responsabilità dei tragici fatti per "colpa generica, difetto di prudenza e attenzione alla guida, e colpa specifica integrata dalla violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, di cui agli articoli 140 e 141 del Codice della strada".

Attraverso il rapporto della polizia stradale di Cerignola, che ha effettuato i rilievi, è stato infatti accertato che l'imputato, oltre a non aver visto l'autocarro fermo a bordo strada davanti a lui, nonostante le quattro frecce accese, procedesse anche a una velocità non solo superiore al limite imposto in quel tratto, di 60 chilometri all'ora, ma anche non commisurata alle condizioni di tempo, era tarda sera, e di luogo: «Strada deformata per 2.7 chilometri e lavori in corso a 700 metri, segnaletica di cantiere e ulteriore limite di 50 km/h» è riportato nell'atto del magistrato.
  • incidente 16 bis
  • incidente stradale
Altri contenuti a tema
Incidente sulla 16 bis in direzione nord all'uscita Trani centro: traffico rallentato e deviato Incidente sulla 16 bis in direzione nord all'uscita Trani centro: traffico rallentato e deviato L'incidente sarebbe di lieve entità ma ha congestionato la circolazione
Incidente sulla 16bis poco dopo lo svincolo di Bisceglie Nord Incidente sulla 16bis poco dopo lo svincolo di Bisceglie Nord Code in direzione Bari. Sul posto ambulanza e Carabinieri
Migliorano le condizioni dei ragazzi coinvolti nell'incidente di Santo Stefano Migliorano le condizioni dei ragazzi coinvolti nell'incidente di Santo Stefano Il ringraziamento di famigliari a quanti hanno operato con professionalità e umanità
Incidente nei pressi del Palazzetto dello sport: quattro feriti di cui due in codice rosso Incidente nei pressi del Palazzetto dello sport: quattro feriti di cui due in codice rosso E' accaduto sul ponte che sovrasta la strada statale 16 bis. Sul posto il 118 ed i Carabinieri della locale Tenenza
Lunga coda sulla SS16 tra Bisceglie e Molfetta Lunga coda sulla SS16 tra Bisceglie e Molfetta La causa dovrebbe essere un incidente stradale, evidenti i rallentamenti
Grave incidente sulla 16 bis, altezza Bisceglie Centro Grave incidente sulla 16 bis, altezza Bisceglie Centro Ci sarebbero due feriti, presenti tre ambulanze. Chiuso il tratto di strada
Lunghe code sulla statale 16bis all'altezza dello svincolo Bisceglie Nord Lunghe code sulla statale 16bis all'altezza dello svincolo Bisceglie Nord L'incidente è avvenuto nel primo pomeriggio in direzione Bari. La strada è al momento chiusa al traffico. Sul posto i Carabinieri
Incidente sulla SS16 bis: impatto frontale tra due auto Incidente sulla SS16 bis: impatto frontale tra due auto Il sinistro in direzione Bari all'altezza della zona industriale di Molfetta
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.