Anguria
Anguria
Territorio

Coldiretti: «Angurie in offerta a un centesimo al chilo»

La denuncia del presidente Muraglia: «Agricoltori non riescono a coprire i costi di produzione»

«Angurie in offerta sui banchi di vendita della grande distribuzione fino a un centesimo al chilo. Meno di un terzo dei prezzi al consumo dell'ortofrutta finisce agli agricoltori, che non riescono neppure a coprire i costi di produzione» ha denunciato Coldiretti Puglia, in merito alle pratiche commerciali sleali lungo la filiera che stanno provocando situazioni di crisi diffuse per i coltivatori di frutta estiva.

«Servono un impegno di filiera e una visione strategica per salvare il frutteto pugliese che in 10 anni dal 2010 a oggi si è ridotto del 26% per colpa del consumo del suolo, della tropicalizzazione che ha mangiato 21mila ettari di frutteto e scelte sbagliate di pianificazione e programmazione. Da una parte infatti ci sono gli effetti della crisi economica generata dal Coronavirus, dall'altra le conseguenze del clima impazzito col moltiplicarsi di eventi estremi come gelo, grandine, nubifragi, siccità e caldo torrido che compromettono le produzioni di frutta e verdura, provocando la perdita del lavoro di un intero anno in molte aziende agricole» ha sottolineato il presidente Savino Muraglia.

Tra le priorità del paese dovrà certamente esserci un piano straordinario di almeno un miliardo di euro per acquistare cibo 100% made in Italy da destinare alle famiglie più povere per la crisi sociale senza precedenti che l'Italia dovrà affrontare. Un intervento necessario per far fronte a quella che è diventata una vera e propria emergenza e, allo stesso tempo, sostenere il lavoro e l'economia del sistema agroalimentare tricolore duramente colpito dalle difficoltà delle esportazioni e della ristorazione. In un momento difficile per l'economia e l'occupazione nazionale il consiglio della Coldiretti è di acquistare prodotto italiano e sostenere la campagna #mangiaitaliano» ha concluso.
  • coldiretti puglia
  • Coldiretti
Altri contenuti a tema
Comparto pesca in crisi per la chiusura di 20 mila ristoranti in Puglia Comparto pesca in crisi per la chiusura di 20 mila ristoranti in Puglia Crescono gli acquisti di prodotto surgelato. Le raccomandazioni di Coldiretti
Coldiretti lancia l'allarme: «Natale in Puglia con 200mila poveri» Coldiretti lancia l'allarme: «Natale in Puglia con 200mila poveri» Necessario accelerare nella presentazione dei bandi per gli aiuti agli indigenti
Spesa a domicilio, +90% in Puglia dall'inizio dell'emergenza Spesa a domicilio, +90% in Puglia dall'inizio dell'emergenza L'analisi di Codiretti
«Chiusura delle attività, 400 milioni di euro in fumo» «Chiusura delle attività, 400 milioni di euro in fumo» Coldiretti stima gli effetti di un mese di restrizioni per 20 mila fra bar, ristoranti, pizzerie e agriturismi
Lezioni contadine dal campo al web: ecco l'agrididattica a distanza Lezioni contadine dal campo al web: ecco l'agrididattica a distanza Coldiretti Puglia: «Resta garantita l'attività nelle 300 masserie di campagna che mettono a disposizione ampi spazi all'aperto»
Ognissanti e commemorazione dei defunti, due pugliesi su tre portano fiori al cimitero Ognissanti e commemorazione dei defunti, due pugliesi su tre portano fiori al cimitero Coldiretti: «Il crisantemo continua a essere il dono preferito in occasione della ricorrenza soprattutto per la sua lunga durata»
«10 milioni di euro spesi in sei mesi per la sicurezza» «10 milioni di euro spesi in sei mesi per la sicurezza» L'analisi di Coldiretti Puglia:«Ingente aggravio di costi per le imprese agricole»
1 Invasione di pappagalli verdi nelle campagne biscegliesi Invasione di pappagalli verdi nelle campagne biscegliesi L'allarme di Coldiretti: «Rischio per mandorle e frutta»
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.