Consiglio comunale (Foto Cristina Scarasciullo)
Consiglio comunale (Foto Cristina Scarasciullo)
Politica

Consiglio comunale minuto per minuto

La diretta testuale di BisceglieViva dall'auditorium Santa Croce

150 fotoConsiglio comunale 30 luglio
Consiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglioConsiglio comunale di Bisceglie del 30 luglio

Ore 04:50 - La lunghissima prima riunione di consiglio comunale è stata aggiornata alle ore 17:00 di mercoledì 1 agosto per la trattazione dei rimanenti tre punti all'ordine del giorno, a cominciare dal riequilibrio di bilancio.

Ore 04:45 - Il presidente del consiglio Casella, pur rimarcando le diverse decine di casi analoghi accaduti in passato di cartelline incomplete, ha assunto l'impegno a sollecitare gli uffici competenti alla preparazione dei punti, pena l'esclusione dall'ordine del giorno del consiglio comunale. «L'obiettivo è avere tutte le carte in regola già dalla conferenza dei capigruppo che precederà ciascuna seduta» ha affermato.

Ore 04:35 - Polemica feroce da parte delle minoranze rispetto alla necessità di analizzare i documenti per tempo al cospetto di una maggioranza disposta a discuterne anche a notte inoltrata per consentire l'approvazione del provvedimento entro il termine del 31 luglio. Proteste vibranti di Spina e Napoletano, decisi a far valere il (sacrosanto) diritto dei consiglieri comunali a ricevere tutta la documentazione in tempo utile per prepararsi alla riunione.

Ore 04:20 - I consiglieri di opposizione Napoletano, Spina e Capurso hanno sollevato a turno, seguiti da Amendolagine, la questione relativa all'assenza dei documenti necessari alla trattazione e alla discussione del punto fra gli atti preparatori del consiglio consegnati a ciascun componente dell'aula. Il sindaco Angelantonio Angarano ha proposto la lettura di una relazione tecnica preparata in tempi rapidi dall'amministrazione.

Ore 04:00 - Esaurito l'argomento (che non prevede l'espressione della massima assise cittadina) si passa alla ratifica di una variazione di bilancio della giunta precedente guidata da Vittorio Fata.

Ore 03:50 - Comunicazione di prelevamento dal fondo di riserva. Relazione tecnica a cura del dirigente della ripartizione finanziaria Angelo Pedone sull'entità delle somme prelevate e del loro utilizzo.

Ore 03:40 - Sul punto, puramente consultivo, non è prevista comunque alcuna deliberazione dell'assemblea.

Ore 03:30 - Enzo Amendolagine propone misure ancora più restrittive attraverso l'esclusione degli indagati da ruoli fiduciari e nomine.

Ore 03:20 - Fra i primi a cogliere l'ironia (involontaria?) Giuseppe Losapio, che non ha potuto far altro che plaudire alla proposta di Spina.

Ore 03:10 - Ha suscitato non poco stupore l'intervento di Francesco Spina, che ha proposto alla nuova amministrazione di evitare l'inclusione, negli elenchi di nominati, di candidati non eletti alla carica di consigliere comunale: una consuetudine della precedente gestione dello stesso ex sindaco.

Ore 03:00 - Si affronta ora il tema degli indirizzi per le nomine e le asssgnazioni presso enti ed istituzioni.

Ore 02:52 - Punto approvato coi 16 voti favorevoli della maggioranza più del sindaco, quattro contrari (Spina, Napoletano, Capurso, Fata) e quatto astensioni (Amendolagine, Russo, Baldini, Casella). Unica assente Preziosa.

Ore 02:40 - Si susseguono, in piena notte, le varie dichiarazioni di voto. Per la maggioranza primo intervento dell'esordiente Peppo Ruggieri.

Ore 02:25 - Dichiarazioni di voto: si comincia con Francesco Spina.

Ore 02:20 - Angarano ha annunciato la prossima installazione di duecento telecamere di videosorveglianza nell'ambito di un bando finanziato dall'Anci.

Ore 02:18 - «Attueremo il Piano urbanistico generale, a differenza di chi non lo ha approvato» ha sottolineato il sindaco.

Ore 02:16 - «Ci auguriamo di poter svolgere il primo consiglio comunale dopo la pausa estiva presso la sala consiliare di Palazzo San Domenico. Proveremo a effettuare un intervento di adeguamento di Palazzo Milazzi».

Ore 02:14 - «L'amministrazione sta svolgendo il suo compito riguardo la vicenda del Bisceglie calcio, senza sostituirsi alla dirigenza».

Ore 02:12 - «La scuola di Salnitro dovrebbe riaprire nel mese di ottobre. Per quanto riguarda il plesso di via martiri di via Fani sono pronti a partire due interventi di riqualificazione e messa in sicurezza. Ho chiesto e ottenuto un report sullo status dei lavori pubblici all'interno di tutti gli edifici scolastici della città».

Ore 02:11 - «Stiamo ripulendo una città che non era stata neppure sanificata coi trattamenti di routine contro le mosche e le zanzare» ha rilevato il primo cittadino, in un intervento serrato all'attacco delle minoranze.

Ore 02:09 - «Il servizio di igiene urbana non funziona perché il capitolato dei sogni l'avete scritto voi! A proposito di multe, quante ne avete elevate?» ha aggiunto il sindaco. Gli ha risposto Fata («Cento»), al quale Angarano ha replicato: «Controlleremo e lo faremo sapere alla città, perché cento multe da 500 euro costituiscono una cifra ragguardevole».

Ore 02:07 - «Ci avete contestato il "ritardo" nella composizione dell'esecutivo, col quale ci presentiamo oggi al cospetto della massima assise cittadina, formato da sette assessori di cui tre donne, nel pieno rispetto delle regole. Nel 2013 siete arrivati con la giunta incompleta al primo consiglio comunale e appena quattro uomini!»

Ore 02:05 - Sulla sanità e più nel particolare la questione dell'ospedale civile "Vittorio Emanuele II": «A parte il fatto che mi sono mosso immediatamente perché contattato dai medici, in questi anni non vi siete accorti dei pensionamenti dei vari primari, del fatto che il poliambulatorio inaugurato un anno fa è rimasto una scatola vuota per quasi dodici mesi e solo alcune settimane fa è cominciato il trasferimento di alcune unità operative. Avete mai protestato per la mancata istituzione del reparto di psichiatria?».

Ore 02:00 - Chiusura sul punto da parte del sindaco Angelantonio Angarano: «Più che una replica all'esposizione delle linee programmatiche è sembrata una seduta dallo psicologo. Avete cercato di ribaltare il tavolo e scaricare tutte le vostre responsabilità su di noi che siamo appena arrivati. Avete espresso un giudizio negativo rispetto a tutto quello che non avete svolto e io sono contento per questo».

Ore 01:55 - Primo intervento di Loredana Bianco (Il Torrione), consigliere comunale debuttante: «Ho apprezzato quanto affermato da Alfonso Russo per la pacatezza del tono e la disponibilità alla collaborazione mostrata, attraverso il voto di astensione, all'azione amministrativa». L'esponente della maggioranza non ha nascosto un certo disagio per aver avvertito «la sensazione di contrarietà a tutti i costi» da parte di alcuni membri delle opposizioni. «Non c'è nulla di più arido e distruttivo dell'eccesso di personalizzazione di qualsiasi situazione e anche della politica» ha sottolineato.

Ore 01:53 - Il gruppo di quattro consiglieri comunali della coalizione "Nel modo giusto" (Casella, Russo, Preziosa, Baldini) si asterrà.

Ore 01:45 - È il turno di Alfonso Russo.

Ore 01:40 - Il già sindaco facente funzioni voterà contro le linee programmatiche.

Ore 01:20 - Il dibattito prosegue con l'intervento di Vittorio Fata.

Ore 01:10 - Tocca a Enrico Capurso, che ha annunciato il suo voto contrario al punto.

Ore 01:00 - Il consigliere comunale pentastellato ha incentrato il suo discorso su sicurezza e rifiuti.

Ore 00:55 - Ha chiesto la parola Enzo Amendolagine del Movimento 5 Stelle.

Ore 00:50 - L'ex primo cittadino ha concluso dichiarando il suo voto contrario sul punto.

Ore 00:40 - Intervento di Francesco Spina, molto critico nei confronti dell'amministrazione

Ore 00:25 - «La nostra speranza è dare un compito a questa città» ha concluso il primo cittadino ricordando una frase di Giorgio La Pira.

Ore 00:20 - «Sarà nostro compito girare per le scuole e dare agli studenti dei buoni esempi, spiegando loro che le scorciatoie non pagano e che seguire le regole è la base per una convivenza civile e per la realizzazione nella vita» ha sottolineato Angelantonio Angarano.

Ore 00:15 - La lunga esposizione programmatica del sindaco prosegue toccando moltissimi temi, dall'occupazione allo sviluppo, dall'inclusione sociale all'accessibilità.

Ore 23:59 - Il sindaco ha annunciato l'imminente riapertura di uno sportello per il turismo in città.

Ore 23:55 - Controlli nell'agro attraverso convenzioni con le guardie campestri e le guardie ambientali. L'obiettivo della giunta Angarano è la bonifica dei luoghi più problematici dell'entroterra, possibile mediante la partecipazione a bandi regionali. Manutenzioni e sorveglianza del territorio sono fra le priorità dell'azione amministrativa della coalizione "Un passo alla svolta". Piantumazione di nuovi alberi su tutte le buche vuote a partire dall'autunno, periodo propizio per questo tipo di operazioni.

Ore 23:50 - Punto forte del programma dell'amministrazione una perentoria campagna d'informazione contro l'abbandono dei rifiuti, che sarà contrastato con misure drastiche e multe mediante la sorveglianza di 70 punti critici individuati. «Chi sta continuando ad abbandonare i rifiuti riceverà molto presto le sanzioni. Non è possibile che la stragrande maggioranza dei biscegliesi si impegni per la raccolta differenziata e segua la regola mentre uno sparuto gruppo di cittadini continua a sporcare il nostro territorio. È bene che lo sappiano: le multe sono in arrivo».

Ore 23:45 - Il primo cittadino ha rivissuto il lungo percorso compiuto durante la campagna elettorale amministrativa, rimarcando la valenza dei tour nei quartieri e le migliaia di incontri effettuati, sostenendo la loro efficacia quale strumento attraverso cui ha potuto conoscere più da vicino i problemi della città.

Ore 23:35 - Decimo punto all'ordine del giorno l'esposizione delle linee programmatiche del sindaco Angelantonio Angarano. Il sindaco ha aperto il suo intervento esprimendo il rammarico per la circostanza di dover presentare il punto quando quasi tutti i cittadini che erano accorsi presso l'auditorium Santa Croce sono andati via.

Ore 23:33 - Per la commissione toponomastica è Lorusso l'indicazione della maggioranza, Spina quella delle minoranze.

Ore 23:32 - Per la commissione incaricata della nomina dei giudici popolari indicati Ferrante per la maggioranza e Fata per l'opposizione.

Ore 23:29 - Per la commissione elettorale comunale la maggioranza ha indicato Di Gregorio e Mazzilli effettivi, De Noia e Di Tullio supplenti. L'opposizione ha scelto Preziosa (Baldini supplente).

Ore 23:27 - Si passa alla nomina dei componenti della commissione speciale per la sicurezza urbana. La maggioranza voterà Coppolecchia, Mastrapasqua, Ruggieri, Bianco, Losapio e Di Gregorio. Le minoranze hanno designato Capurso, Amendolagine e Russo.

Ore 23:25 - Ecco le commissioni consiliari
Prima commissione (statuto, regolamenti, rapporti interistituzionali, organizzazione e funzionamento, trasparenza e integrità, controlli interni, altre materie non attribuite): Losapio, Sasso, Coppolecchia, Spina, Amendolagine
Seconda commissione (sport, turismo, demanio marittimo, tempo libero, cultura e pubblica istruzione): Bianco, Innocenti, De Noia, Spina, Amendolagine.
Terza commissione (urbanistica, edilizia, lavori pubblici, gestione e manutenzione beni demaniali e patrimoniali): Mastrapasqua, Ruggieri, Lorusso, Napoletano, Fata.
Quarta commissione (attività economiche e produttive, trasporti, sicurezza urbana e protezione civile): Mazzilli, Ferrante, Lorusso, Baldini, Fata.
Quinta commissione (inclusione e protezione sociale, sanità ed igiene pubblica): Coppolecchia, Carelli, Ruggieri, Napoletano, Russo.
Sesta commissione (programmazione economico finanziaria, bilancio, patrimonio, gestioni associate, costituzione e\o partecipazione in enti, aziende ed istituzioni): Di Tullio, Di Gregorio, Pedone, Capurso, Preziosa.

Ore 23:24 - Spina e Amendolagine per la prima e la seconda commissione; Napoletano e Fata nella terza commissione; Baldini e Fata nella quarta commissione; Napoletano e Russo nella quinta commissione; Capurso e Preziosa nella sesta commissione.

Ore 23:20 - Il consiglio riprende dopo una pausa di circa venti minuti.

Ore 23:00 - Seduta sospesa per consentire alle minoranze di definire la loro partecipazione all'interno delle commissioni.

Ore 22:50 - I componenti della maggioranza hanno designato i tre componenti per ciascuna delle sei commissioni consiliari.

Ore 22:32 - Entrambi della maggioranza i vicepresidenti vicari dell'assemblea: Luigi Di Tullio e Carla Mazzilli, eletti all'unanimità (assenti Spina, Napoletano e Capurso).

Ore 22:30 - Gianni Casella è stato eletto presidente del consiglio comunale. Voto unanime dei 22 presenti.

Ore 22:25 - Su Casella convergeranno i voti dell'intera maggioranza, dei quattro esponenti della coalizione "Nel modo giusto", di Vittorio Fata e di Enzo Amendolagine mentre Francesco Spina, Franco Napoletano ed Enrico Capurso hanno abbandonato l'aula.

Ore 22:20 - Vittorio Fata, pur non risparmiando alcuni rilievi sulla procedura seguita, ha manifestato l'intenzione di votare per Casella.

Ore 22:10 - Enzo Amendolagine del Movimento 5 Stelle ha annunciato il suo voto per Gianni Casella, criticando comunque l'atteggiamento della maggioranza.

Ore 22:00 - Forti critiche alle modalità di selezione di Casella quale presidente del consiglio anche da parte di Franco Napoletano, che non ha esitato a definire quello col sindaco il "Patto del biliardino", riferendosi alla circostanza di un incontro casuale tra i due, allora avversari del ballottaggio, domenica 17 giugno, conclusosi con una simpatica partita a calcio balilla.

Ore 21:50 - Francesco Spina ha annunciato l'intenzione di uscire dall'aula al momento del voto, non condividendo il modo in cui sarebbe stata gestita la situazione.

Ore 21:40 Parere positivo nei riguardi di Gianni Casella anche da Giuseppe Losapio.

Ore 21:35 - Indirizzo favorevole alla linea di Angarano da parte del consigliere di maggioranza Mauro Lorusso.

Ore 21:30 - Parte la discussione, inerente soprattutto il metodo scelto per la determinazione dell'esponente della minoranza.

Ore 21:25 - Il primo cittadino propone l'elezione di Gianni Casella alla carica di presidente del consiglio comunale.

Ore 21:21 - «Credo di dover indirizzare il consiglio comunale in questa votazione, tenendo fede all'impegno preso in campagna elettorale riguardo la volontà di concedere alle minoranze quest'incarico istituzionale di garanzia» ha affermato il sindaco Angelantonio Angarano.

Ore 21:20 - Quarto punto all'ordine del giorno l'elezione del presidente del consiglio comunale e dei due vicepresidenti.

Ore 21:14 - È il momento della comunicazione al consiglio della composizione della giunta.

Ore 21:10 - Si procede finalmente al secondo punto all'ordine del giorno: il giuramento del sindaco Angelantonio Angarano.

Ore 21:05 - Innocenti e Di Tullio sono stati dichiarati eleggibili con 19 voti a favore e sei astenuti (Fata, Amendolagine, Casella, Russo, Preziosa e Baldini).

Ore 21:00 - Spina è dichiarato eleggibile con 18 voti favorevoli (i 15 della maggioranza oltre a quelli del sindaco Angarano, di Napoletano e di Capurso), tre astensioni (Preziosa, Fata e Amendolagine) mentre Casella, Russo e Baldini si sono allontanati dall'aula al momento del voto.

Ore 20:55 - L'uscita di Spina dall'aula pone il problema del subentro in qualità di consigliere anziano: toccherà a Giorgia Preziosa.

Ore 20:50 - Si procederà alla votazione dei singoli casi contestati, quindi degli altri consiglieri. Francesco Spina non parteciperà al voto.

Ore 20:45 - Scontro vibrante tra Gianni Casella e Francesco Spina sulle modalità da utilizzare per l'espressione del voto. L'esponente di minoranza intende chiedere al segretario Lazzaro la votazione separata delle convalide di Spina, Di Tullio e Innocenti rispetto alle altre.

Ore 20:40 - Di Tullio annuncia il voto favorevole alle convalide.

Ore 20:37 - Gianni Casella è stupito per il mancato indirizzo fornito dal sindaco Angarano in merito alla questione dell'ineleggibilità di Francesco Spina.

Ore 20:35 - Medesimo indirizzo rimarcato da Giuseppe Losapio per sé e gli altri due consiglieri del gruppo Bisceglie Svolta (Mauro Lorusso e Rossano Sasso).

Ore 20:32 - Franco Napoletano annuncia il suo voto e quello di Enrico Capurso in favore della convalida delle elezioni di Spina, Di Tullio e Innocenti.

Ore 20:28 - "I consiglieri comunali scelgano ciascuno in assoluta libertà e in totale serenità. Mi rimetto alle decisioni dell'assemblea" ha affermato Angelantonio Angarano.

Ore 20:25 - "Il consiglio comunale decida in libertà se assegnare il termine di dieci giorni per verificare le cause di incompatibilità e ineleggibilità" ha aggiunto il primo cittadino.

Ore 20:20 - Parla il sindaco Angarano: "Nessuno può imputare a questo consiglio la responsabilità di decretare chi possa candidarsi e chi no. Ci sono delle regole specifiche e abbiamo il dovere di rispettarle. Quest'assemblea ha pazientemente ascoltato un lunghissimo dibattito, concedendo spesso a Francesco Spina anche di interrompere gli interventi altrui e svolgere comunque il ruolo di consigliere anziano e quindi di presidente pro-tempore dell'assemblea. Non ci sono pregiudizi nei suoi confronti".

Ore 20:10 - Perentoria replica di Gigi Di Tullio a Napoletano: "Il fatto che qualcuno possa immaginarmi in un ruolo che non ricopro non mi può certo essere incolpato".

Ore 20:07 - Piero Innocenti sibila contro Spina: "Non sapevo di poter cedere il credito che vantavo come ha fatto qualcun altro".

Ore 20:05 - Amendolagine in sostanza ha chiesto un supplemento di documentazione sulle vicende.

Ore 20:03 - Primo storico intervento in consiglio comunale di un esponente del Movimento 5 Stelle: Enzo Amendolagine.

Ore 19:57 - Spina suggerisce all'assemblea di chiedere un parere all'Anac, l'autorità nazionale anticorruzione.

Ore 19:55 - Appello di Spina a un'omogeneità di trattamento sia verso di lui che nei riguardi di Innocenti.

Ore 19:50 - Il segretario Lazzaro ha spiegato che Innocenti ha rinunciato a un procedimento riguardante un vantato credito ai danni del comune ma non a quelli nei confronti di Camassambiente sollevato per identiche ragioni.

Ore 19:46 - Alfonso Russo chiede al segretario generale chiarimenti a proposito della vicenda che riguarda Piero Innocenti.

Ore 19:41 - L'ex sindaco incalza Gigi Di Tullio chiedendo ragguagli rispetto al livello di responsabilità del suo ruolo all'interno della società Bisceglie Approdi, partecipata del comune della quale Di Tullio è dipendente.

Ore 19:37 - Intervento di Franco Napoletano: «È fondamentale assumere una posizione chiara su ciascuna delle questioni, evitando di fare due pesi e due misure tra il caso Spina e il caso Innocenti».

Ore 19:10 - «Esiste o no, oggi, la causa pendente? La risposta è sì, perciò ritengo che sia doveroso avviare la stessa procedura adottata lo scorso settembre per identica causa di incompatibilità» ha rimarcato Casella. «Abbiamo le scatole piene di questa situazione. L'amministrazione si esprima al più presto nel giudizio per estromissione» ha aggiunto. «Credo che il consiglio comunale oggi non possa assumersi la responsabilità di votare la convalida dell'elezione di Spina».

Ore 19:08 - L'esponente della coalizione "Nel modo giusto" attacca Francesco Spina: «Sei stato tu ad avviare la causa della tua stessa decadenza. Perdere ancora tempo su questa vicenda non è utile alla città».

Ore 19:06 - Gianni Casella: «È necessario che questo consiglio comunale inizi col piede giusto. Negli anni precedenti non abbiamo avuto la possibilità di confrontarci e dialogare per la città».

Ore 19:03 - Laconico Alfonso Russo: «Credo che un'ora di discussione su questi temi non interessi a nessuno ma se mi fossi candidato alla carica di sindaco mai avrei inserito nelle liste il dipendente di una società partecipata del comune e il dipendente di un'azienda che lavora in appalto col comune».

Ore 18:55 - Intervento di Luigi Di Tullio: «Sono dipendente di Bisceglie Approdi in qualità di impiegato e ricopro l'incarico di consigliere comunale da sette anni. Sono stato eletto nel 2011 e nel 2013 con Franco Napoletano, sono stato in maggioranza con le giunte di Francesco Spina prima e Vittorio Fata poi. Questioni di ineleggibilità, in passato, non erano mai state sollevate. Cosa cambierebbe adesso?» ha sottolineato, sfidando Spina, Fata e Napoletano a votare in favore della sua eleggibilità.

Ore 18:49 - Francesco Spina ha evidenziato la sussistenza di motivi analoghi fra la sua vicenda e quella di Piero Innocenti, che però ha già rinunciato al procedimento che lo riguardava.

Ore 18:44 - La discussione prosegue con un nuovo intervento del segretario generale.

Ore 18:39 - «Pur rispettando l'espressione dell'elettorato non possiamo esimerci dal rispetto delle regole» ha affermato Losapio, rivolgendo una chiara domanda al segretario generale Lazzaro: «Se l'estromissione di Spina dovrà avvenire nella prossima udienza del procedimento, che si terrà a novembre, è ancora in vigore l'effetto della precedente decadenza? Prevale l'aspetto sostanziale dell'espressa rinuncia da parte dell'ex sindaco o quello giudiziale?»

Ore 18:35 - Primo intervento del più giovane consigliere comunale, Giuseppe Losapio di Bisceglie Svolta, primo nato negli anni '90 ad assumere la carica di componente della massima assise cittadina.

Ore 18:28 - Francesco Spina spiega di non essere più parte in causa del procedimento che l'ha riguardato, avendo ceduto ad altri il credito con l'effetto di essere divenuto estraneo al giudizio pendente. «Non ho più alcun rapporto conflittuale col comune di Bisceglie».

Ore 18:24 - Si prosegue con la trattazione delle tre questioni.

Ore 18:19 - Il segretario generale Lazzaro ha illustrato per sommi capi la prassi da seguire in questi casi: i due esponenti per i quali sono sollevate obiezioni di incompatibilità resteranno comunque in carica fino a eventuale decadenza mentre il caso di ineleggibilità dovrà essere votato subito.

Ore 18:14 - Spina rivela che all'attenzione dell'assemblea sono state poste due questioni di incompatibilità alla carica di consigliere comunale (la sua e quella di Piero Innocenti) e una questione di ineleggibilità (riguardante Gigi Di Tullio).

Ore 18:12 - «Questo nuovo consiglio comunale, con una maggioranza dall'età media che si aggira intorno ai 45 anni e molti esponenti alla prima esperienza, è l'espressione della volontà di cambiamento e concretezza che gli elettori hanno mostrato nelle urne».

Ore 18:10 - Il primo cittadino all'opposizione: «Mi auguro siano solerti nel pungolare la giunta e la maggioranza, perché oggi tocca a noi dare del "tu" ai problemi di Bisceglie ma ci sarà bisogno anche del loro stimolo per intensificare l'azione amministrativa».

Ore 18:07 - Saluto del sindaco Angelantonio Angarano: «Questa sarà l'amministrazione di tutti coloro che intendono condividere i problemi della città. Rappresenterò tutti quanti, anche quelli che si lamentano ma non fanno nulla. Il nostro esempio, la nostra azione e la nostra passione li spingeranno verso atteggiamenti positivi».

Ore 18:05 - Spina ha rivolto un "in bocca al lupo" all'amministrazione Angarano e ai nuovi eletti, ringraziando dirigenti e dipendenti del comune che ha guidato per quasi dodici anni.

Ore 18:03 - Intervento . del consigliere anziano Francesco Spina in apertura dei lavori. L'ex primo cittadino presiede le fasi iniziali della prima riunione del consiglio comunale.

Ore 18:02 - Tutti presenti i 24 componenti dell'assemblea più il primo cittadino.

Ore 18:00 - Comincia la seduta. Il segretario generale Lazzaro dà lettura dell'appello.

Ore 17:50 - Giunge presso la sala consiliare anche il nuovo sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano.

Ore 17:45 - Arrivano presso l'auditorium di Santa Croce i primi esponenti di maggioranza e alcuni assessori.

Ore 17:40 - La riunione del consiglio comunale, convocata per le ore 17:00, non ha ancora avuto inizio.

Ore 17:35 - Gli scranni riservati ai consiglieri di maggioranza sono ancora vuoti con la sola eccezione dei consiglieri Mauro Lorusso (Bisceglie Svolta) e Piero Innocenti (Scegli Bisceglie).

Ore 17:30 - Malgrado i buoni propositi la seduta della massima assise cittadina, programmata per le ore 17:00, è ben lontana dal cominciare.
  • Consiglio Comunale
  • Angelantonio Angarano
  • auditorium Santa Croce
Altri contenuti a tema
Francesco Spina silurato dalla presidenza del Distretto urbano del commercio Francesco Spina silurato dalla presidenza del Distretto urbano del commercio Il sindaco Angarano ha nominato Antonio Belsito al suo posto
Mercoledì consiglio comunale Mercoledì consiglio comunale Spina preannuncia battaglia: sue tutte le quattro interrogazioni in discussione
Polemica sulla gestione dei campi di via Ugo La Malfa Polemica sulla gestione dei campi di via Ugo La Malfa Botta e risposta tra i dirigenti del Futsal Bisceglie e l'assessore allo sport Vittoria Sasso
Commemorati i caduti della Corazzata Roma Commemorati i caduti della Corazzata Roma La cerimonia nel largo dedicato ai marinai periti nel tragico bombardamento
Le rassicurazioni del sindaco Angarano su via La Spiaggia Le rassicurazioni del sindaco Angarano su via La Spiaggia «Istituirò la zona a traffico limitato»
Il video di Enzo Di Pierro su via La Spiaggia diventa virale Il video di Enzo Di Pierro su via La Spiaggia diventa virale L'ex assessore ironico con l'amministrazione: «Quell'arteria è diventata un parcheggio»
Spina esorta l'amministrazione a presentare un progetto di impianti semaforici per i non vedenti Spina esorta l'amministrazione a presentare un progetto di impianti semaforici per i non vedenti L'ex primo cittadino ha presentato un'interrogazione consiliare
Istanza del Movimento 5 Stelle per la messa in sicurezza dell'impianto sportivo di Salnitro Istanza del Movimento 5 Stelle per la messa in sicurezza dell'impianto sportivo di Salnitro Gli attivisti: «Chiediamo se ci sono novità in merito al bando regionale cui il comune ha partecipato candidando un progetto di recupero della struttura»
© 2001-2018 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.