Enzo Amendolagine e Vincenzo Arena
Enzo Amendolagine e Vincenzo Arena
Attualità

Igiene urbana. Libera il futuro: «Giù la differenziata, rischiamo ecotassa»

Arena e Amendolagine hanno chiesto al Prefetto di intimare al Comune la risposta alle istanze di accesso che risultano inevase da mesi

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Libera il Futuro su igiene urbana, differenziata ed ecotassa. «Rifiuti: indietro tutta. I dati dell'Osservatorio regionale dei rifiuti sono impietosi: negli ultimi tre anni (2021-2023) a Bisceglie la percentuale di raccolta differenziata è calata del 3% circa. Siamo tornati a cinque anni fa, attestandoci su una percentuale nel 2023, come era nel 2018, intorno al 65%. Manca ancora la rilevazione di dicembre 2023, nei dati forniti dalla Regione, ma non ci aspettiamo un cambio di passo sostanziale. Un dato ancor più preoccupante è quello della quota a persona annuale di residuo secco. Ognuno di noi - secondo il rapporto "Comuni ricicloni" di Legambiente - ha prodotto nel 2022 oltre un quintale e mezzo di rifiuti indifferenziati (e la tendenza del 2023, come riporta l'Osservatorio regionale rifiuti, è la stessa). Un dato che ci pone all'ultimo posto nella BAT. I cumoli di immondizia agli angoli delle strade del centro storico, del centro cittadino, delle periferie e delle campagne lo dimostrano. E se, da un lato, una parte dei cittadini rispetta le regole e prova a conferire correttamente i rifiuti, dall'alto lato, c'è una parte copiosa di incivili che indifferenzia impunemente».

«E per colpa di questi cittadini - e di un servizio con non poche pecche - rischiamo di incorrere nella penalizzazione del 20% in più sull'Ecotassa regionale: in caso di mancato raggiungimento della percentuale di differenziata del 65% annuale (a Bisceglie è stata raggiunta questa percentuale solo nei mesi estivi e a marzo, nel 2023) si applica, infatti, una addizionale del 20% al tributo. Speriamo che i dati di dicembre 2023 siano clementi», prosegue la nota.

«Non bastano azioni spot e qualche ronda sporadica - spiega Libera il futuro - per contrastare i fenomeni di abbandono e migliorare l'igiene urbana. Servirebbero: un sistema strutturato di controlli e sanzioni; la mappatura a tappeto degli evasori ed elusori TARI; il ripensamento capillare del sistema di raccolta e conferimento con la creazione delle isole ecologiche di prossimità; una svolta - anche questa meno propagandistica - verso la tariffazione puntuale. Servono sanzioni, controlli e trasparenza. Altro tema doloroso: la trasparenza! Libera il futuro ha chiesto, a firma di Vincenzo Arena e Enzo Amendolagine, ripetutamente i dati puntuali sulle segnalazioni ricevute dai gestori tramite APP e lo stato puntuale della loro risoluzione, i dati circostanziati di espletamento dei singoli servizi con indicazione del numero di interventi e del personale impiegato per tipologia di servizio sia nel vecchio che nel nuovo appalto. Da un anno mezzo il Comune non risponde alle richieste di accesso civico presentate, da circa sei mesi il Comune non risponde alle istanze di riesame e di sollecito a fornire i dati sul servizio di igiene urbana».

«Stanchi di attendere, in assenza purtroppo di un difensore civico comunale o regionale cui rivolgerci - dichiarano Arena e Amendolagine - abbiamo scritto al Prefetto sollecitandolo ad intervenire affinché intimi la trasmissione dei dati e tuteli, quale ufficiale di governo sul territorio, i principi di trasparenza sanciti dalla legge. Il tutto nelle more di predisporre un ricorso alla giustizia amministrativa per ottenere i dati». «I rifiuti purtroppo - concludono - a Bisceglie non sono affatto trasparenti. I cittadini perbene se ne accorgono ogni giorno. Chiediamo a gran voce che lo sia, quantomeno, la loro gestione visti anche i milioni di euro spesi negli ultimi anni per un servizio a dir poco inefficiente».
  • Enzo Amendolagine
  • Libera il futuro
Altri contenuti a tema
Libera il futuro, 400 segnalazioni in 6 mesi. Arena: «Emergenza rifiuti ormai insostenibile» Libera il futuro, 400 segnalazioni in 6 mesi. Arena: «Emergenza rifiuti ormai insostenibile» Sollecitato riscontro puntuale del Comune alle segnalazioni dei cittadini su Bisceglie Segnala #occhiaperti precedentemente inviate.
Libera il Futuro e Pro Natura: «Dopo pronuncia Ministero Cultura, Amministrazione e lottizzanti non possono far finta di niente» Libera il Futuro e Pro Natura: «Dopo pronuncia Ministero Cultura, Amministrazione e lottizzanti non possono far finta di niente» Le associazioni inviano una nota all'Amministrazione Angarano e agli uffici tecnici del Comune di Bisceglie: «Pronti ad agire in altre sedi, ma sollecitiamo soluzione diversa»
ProNatura e Libera il Futuro: «Su Maglia 165 avevamo ragione noi» ProNatura e Libera il Futuro: «Su Maglia 165 avevamo ragione noi» La Direzione Paesaggio del Ministero della Cultura ha riconosciuto in pieno la fondatezza dell'opposizione del gruppo alla lottizzazione
Presentato il patto di collaborazione per il “Giardino del sole” di fronte alla Bi Marmi Presentato il patto di collaborazione per il “Giardino del sole” di fronte alla Bi Marmi "Vorremmo intitolarlo a Renata Fonte". Appello a partecipare a cittadini, associazioni, terzo settore e imprese.
BiMarmi, Libera il futura e Pro Natura: «Il silenzio della politica» BiMarmi, Libera il futura e Pro Natura: «Il silenzio della politica» Amendolagine, Arena (Libera il Futuro) e Sasso (Pro Natura): «Il Comune impugni sentenza TAR e intanto si acceleri approvazione PUG»
Libera il Futuro e Pro Natura: «Se il consiglio comunale avesse approvato Pug e osservazioni integrate la partita al Tar sarebbe chiusa» Libera il Futuro e Pro Natura: «Se il consiglio comunale avesse approvato Pug e osservazioni integrate la partita al Tar sarebbe chiusa» Anche se il TAR confermasse sospensione c'è tempo fino a gennaio 2025 prima della cementificazione della costa di levante
Libera il futuro Bisceglie invia le segnalazioni dei cittadini anche al prefetto Libera il futuro Bisceglie invia le segnalazioni dei cittadini anche al prefetto Fra le nuove segnalazioni su Bisceglie Segnala #occhiaperti aumentano quelle su attività abusive, spaccio stupefacenti, roghi di rifiuti, presunti reati ambientali
Visioni Eco-Logiche, bilancio positivo: in tanti hanno seguito l’incontro Visioni Eco-Logiche, bilancio positivo: in tanti hanno seguito l’incontro Le associazioni: «Imitiamo comuni vicini e cambiamo passo su ambiente e urbanistica»
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.