Palazzo San Domenico
Palazzo San Domenico
Politica

"Libera il futuro" presenta proposte per il contrasto alla criminalità

L'appello a consiglieri e amministrazione comunale: «Servono azioni concrete»

Il movimento "Libera il futuro" ha annunciato la formalizzazione di un'istanza di accesso civico generalizzato attraverso la quale è stato chiesto al Comune di Bisceglie di fornire alcuni documenti, dati e informazioni: le istanze di richiesta formale da parte del Comune di Bisceglie al Prefetto di potenziamento delle forze dell'ordine (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato); la mappatura delle aree e dei quartieri più esposti ai fenomeni di criminalità diffusa; l'elenco degli immobili del centro storico di proprietà comunale; il prospetto quantitativo di sintesi degli immobili comunali occupati abusivamente; l'elenco delle scuole presidiate nell'ambito del progetto "Scuole sicure"; il prospetto quantitativo di sintesi del personale della Polizia Locale impiegato nei controlli e presidi nell'ambito del progetto "Scuole sicure"; il prospetto quantitativo di sintesi del personale della Polizia Locale attualmente in servizio; l'elenco delle zone della città in cui sono stati rilevati tramite il sistema di videosorveglianza reati contro l'ambiente e la salute; il prospetto quantitativo di sintesi del numero di reati intercettati dal sistema di videosorveglianza comunale con relativa indicazione della tipologia di reato intercettato (abbandono rifiuti, roghi, lancio di fuochi d'artificio non autorizzati, spaccio, eccetera) ed eventuali dati aggregati di georeferenziazione; il riepilogo della tipologia dei reati più ricorrenti in città e in particolare nelle aree e nei quartieri mappati come più esposti a fenomeni di criminalità diffusa.

«In un contesto così difficile e compromesso vorremmo lanciare un appello forte a tutte le forze politiche locali, a chi amministra, alle Istituzioni tutte: stop alla retorica della sicurezza e dell'antimafia e spazio ad azioni concrete» hanno sottolineato da Libera il futuro.

«In aggiunta all'istanza - che dovrà ricevere risposta entro 30 giorni ai sensi della normativa sulla trasparenza amministrativa (dlgs 97/ 2016) - abbiamo trasmesso a Segretario generale, presidente del consiglio comunale e Sindaco le seguenti proposte, nella speranza che le stesse possano essere esaminate e valutate nella Conferenza di servizi istruttoria sulla sicurezza urbana che dovrebbe essere, si spera, di imminente convocazione:
  1. Aggiornamento della mappatura (o predisposizione se non disponibile) delle aree e dei quartieri più esposti ai fenomeni di criminalità diffusa, anche sulla base dell'analisi (se disponibile) della tipologia di reati più ricorrenti.
  2. Messa in opera di flussi di scambio informativo georeferenziato fra la Polizia locale, Carabinieri, Polizia di stato e Finanza sull'andamento della delittuosità e dello street crime.
  3. Attivazione di strumenti digitali e punti di raccolta fisici per segnalazioni anonime delle situazioni di illegalità.
  4. Istituzione di uno sportello antiracket.
  5. Promozione di una rete di volontari (assistenti civici) per la salvaguardia del decoro urbano e delle aree abbandonate e degradate, delle aree verdi e dei parchi. In questo modo si potranno migliorare le condizioni di abbandono e degrado delle aree tipicamente a rischio. Gli assistenti civici potrebbero collaborare con la polizia locale per potenziare la presenza aggiuntiva e non sostitutiva di controllo e tutela del territorio. In questo senso sarebbe opportuno coinvolgere i percettori del reddito di cittadinanza in progetti ad hoc.
  6. Mappatura delle non corrette occupazioni di suolo pubblico.
  7. Richiesta al Prefetto di coordinare l'attivazione di un servizio integrato di monitoraggio delle occupazioni abusive e mancato rispetto dei requisiti, igienici, sanitari e ambientali. Pensiamo ad esempio alla somministrazione, spesso fuori norma, di prodotti ittici e agricoli in zone ad alto traffico veicolare. Il servizio integrato coinvolga polizia locale, guardia di finanza e assistenti civici.
  8. Recupero di spazi urbani a fini sociali e di aggregazione, con un approccio di contrasto non esclusivamente militare e securitario alla criminalità e alle mafie. In questo senso grande valore avrebbe, ad esempio, la destinazione della costa di levante a verde attrezzato, per attività sportive e servizi turistici o il recupero di immobili del centro storico da destinare a progetti di contrasto alla devianza minorile e alla dispersione scolastica. Il decreto-legge 14/2017 sottolinea, infatti, come "si intende per sicurezza urbana il bene pubblico che afferisce alla vivibilità e al decoro delle città, da perseguire anche attraverso interventi di riqualificazione, anche urbanistica, sociale e culturale, e recupero delle aree o dei siti degradati, l'eliminazione dei fattori di marginalità e di esclusione".
  9. Creazione, recupero e valorizzazione di spazi pubblici e beni comuni, strutture sportive.
  10. Creazione di aree pedonali (ad esempio nell'intera area del Centro Storico) più facilmente presidiabili e controllabili, anche attraverso l'insediamento di presidi della polizia locale e delle forze dell'rodine decentrati.
La Città è una "terra di mezzo" da decenni ormai. E l'emergenza criminalità necessita di risposte strutturali e immediate. Auspichiamo che i consiglieri comunali tutti, gli assessori, le forze politiche dentro e fuori Palazzo di città accolgano le nostre istanze e se ne facciano portatori nelle sedi opportune. Non perdiamo altro tempo!» hanno coincluso dal movimento "Libera il futuro".
  • Comune di Bisceglie
  • amministrazione comunale
  • consiglio comunale Bisceglie
  • Libera il futuro
  • emergenza criminalità
Altri contenuti a tema
Fitto casa, pubblicato il bando per l'annualità 2021 Fitto casa, pubblicato il bando per l'annualità 2021 Le domande saranno presentabili esclusivamente online
La protesta degli studenti del "da Vinci": «Ci tolgono la palestra ma l'hub è sempre chiuso» La protesta degli studenti del "da Vinci": «Ci tolgono la palestra ma l'hub è sempre chiuso» I rappresentanti: «Nonostante le promesse di realizzare 1000 vaccinazioni al giorno la struttura è stata aperta solo per 9 ore in 7 giorni»
«No all'hub nella nostra palestra», sit-in dei liceali «No all'hub nella nostra palestra», sit-in dei liceali Oltre 500 studenti sarebbero pronti a scioperare venerdì per protesta contro la decisione
Fata interroga l'amministrazione su fondi Pnrr per parchi e giardini storici Fata interroga l'amministrazione su fondi Pnrr per parchi e giardini storici «I cittadini hanno bisogno di strumenti per valutare le azioni concrete, non di "curve" per schierarsi»
Giornata della memoria, Angarano: «Ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare» Giornata della memoria, Angarano: «Ciascuno di noi ha una coscienza e la può usare» Il Sindaco ricorda le parole di Liliana Segre, cittadina onoraria di Bisceglie
Modifica temporanea della Ztl nel centro storico: i dettagli Modifica temporanea della Ztl nel centro storico: i dettagli Ordinanza dell'amministrazione, la Confcommercio ringrazia
Spina attacca: «Comune allo sbando. Dirigenti e funzionari in fuga» Spina attacca: «Comune allo sbando. Dirigenti e funzionari in fuga» Il consigliere di opposizione: «Con Angarano dipendenti dimezzati»
Pnrr, incontro del Comune per discutere le linee d'azione Pnrr, incontro del Comune per discutere le linee d'azione «Occasione unica da cogliere per la favorire la ripresa socioeconomica»
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.