Peschereccio
Peschereccio
Economia e lavoro

Lo sciopero della marineria biscegliese prosegue a oltranza

Protesta contro le «normative europee stringenti» e il «disinteresse del governo»

La marineria biscegliese è sempre in sciopero, aderendo alla protesta e all'agitazione dell'intero comparto del basso Adriatico, da Vieste a Brindisi. I rappresentanti dei lavoratori e delle imprese del settore hanno incontrato a Roma il sottosegretario alle politiche agricole Giuseppe L'Abbate nella giornata di mercoledì 2 ottobre.

L'interlocuzione col rappresentante del nuovo governo giallo-rosso ha riguardato alcune questioni poste dai pescatori: proporzionalità delle sanzioni, al momento salatissime al punto da poter facilmente provocare la crisi del comparto; modifiche alle norme di provenienza europea, che non tengono conto delle caratteristiche e delle dinamiche speciali della professione; tempi d'attesa ancora troppo lunghi per la liquidazione dei fondi relativi ai fermi. La pesca biscegliese, pugliese e del basso Adriatico è stretta in una morsa tra le normative europee cervellotiche e l'inattività del governo italiano, che peraltro ha garantito solo l'eventualità di incontri futuri senza fornire alcun tipo di risposta concreta.

Le marinerie attendono l'incontro col presidente della regione Puglia Michele Emiliano.

«Le regole europee sfavoriscono noi operatori dell'Adriatico, dove il pescato è di piccola taglia e, di conseguenza, fuori norma, a tutto vantaggio dei colleghi dei paesi del nord Europa. Il risultato sono continue multe e verbali e tanta burocrazia. Così non possiamo più andare avanti» hanno spiegato gli addetti del settore, lamentando anche il mancato pagamento degli indennizzi per il fermo biologico, in alcuni casi in arretrato persino di tre anni.
  • pesca
  • pesca Bisceglie
Altri contenuti a tema
Pesca, Minuto: «Non c'è tempo da perdere, il governo faccia la sua parte» Pesca, Minuto: «Non c'è tempo da perdere, il governo faccia la sua parte» La senatrice di Forza Italia: «Il nostro paese ha il dovere di imporre il buon senso in Europa»
Crisi del settore pesca, la senatrice Minuto accusa regione e governo di inoperosità Crisi del settore pesca, la senatrice Minuto accusa regione e governo di inoperosità «In questo paese è più pericoloso sbarcare un chilo di pesce fuori misura che sostanze stupefacenti»
L'amministrazione comunale incontra i rappresentanti del comparto pesca L'amministrazione comunale incontra i rappresentanti del comparto pesca Il documento condiviso sarà trasmesso al ministro Bellanova e al presidente della regione Emiliano. Martedì manifestazione a Bari
Minuto: «Il governo intervenga in difesa dei pescatori pugliesi» Minuto: «Il governo intervenga in difesa dei pescatori pugliesi» La senatrice di Forza Italia ha presentato un'interrogazione
La Flai Cgil incontrerà i pescatori biscegliesi La Flai Cgil incontrerà i pescatori biscegliesi Il segretario generale Riglietti: «Ascolteremo i loro problemi e spiegheremo le nostre proposte»
Marinerie biscegliesi e pugliesi in stato d'agitazione Marinerie biscegliesi e pugliesi in stato d'agitazione Proteste vibranti per ulteriori sanzioni in arrivo
Galantino: «Dalla parte dei pescatori». E presenta un'interrogazione al ministero Galantino: «Dalla parte dei pescatori». E presenta un'interrogazione al ministero Il parlamentare biscegliese del gruppo misto interviene sulla mobilitazione delle marinerie pugliesi
Fermo pesca prorogato all'8 settembre Fermo pesca prorogato all'8 settembre Stop al pesce fresco pugliese fino a inizio settembre, prorogato il fermo pesca
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.