Social network
Social network
Politica

Maggioranza, volano stracci sui social

Pablo Rigante e Rossano Sasso non se le mandano a dire

"Galeotto"... fu Andy Luotto. Il popolare attore lanciato da Renzo Arbore, protagonista di una serie di indimenticabili spot pubblicitari degli anni '80-'90 per un'azienda pugliese di gelati, è stato coinvolto a sua insaputa in una polemica piuttosto rovente tra esponenti e sostenitori della maggioranza.

Tutto è scattato dalla condivisione sul suo profilo facebook, da parte del consigliere comunale Rossano Sasso, del video-nostalgia con lo slogan "Regali, regali, regali". Per i più maliziosi, nient'altro che un riferimento, a stretto giro, alla notizia della concessione, da parte del sindaco Angelantonio Angarano, di deleghe a sei consiglieri.

Reazione perentoria, quella dell'avvocato Pablo Rigante (che pur non essendo parte della maggioranza è uno dei principali fautori della coalizione civica uscita vincitrice dalle ultime elezioni amministrative): «C'è un consigliere comunale che, a proposito delle deleghe date dal sindaco Angelantonio Angarano a sei consiglieri, ne parla come di regali alludendo a chissà cosa. Dimentica che uno di questi consiglieri fa parte del suo stesso intergruppo costituito ad hoc qualche settimana fa anche da lui stesso.

Ora mi chiedo io ma tu, sei un miracolato della politica poiché diventi consigliere "ripescato" grazie ad altri che si sono dimessi; in 9 mesi di attività amministrativa non c'è stato un solo tuo intervento, neanche per chiedere la sospensione per andare in bagno a fare la pipì; nessuno conosce dunque il tuo "timbro vocale ". Non ti sei proposto nel chiedere una delega per renderti utile per la città...

Ora perché brontoli da solo visto che hai un seguito sui social pari al numero dei neuroni vivi di un defunto dell'800? (Non ti segue nessuno). La città ti apprezzerebbe molto se facessi una cosa utile, una cosa sola: dimettiti e lascia che altro/a subentri in consiglio... anche solo per dire buongiorno o buonasera, sarebbe comunque più di quello che hai fatto tu sino ad ora».

Sasso, chiamato in causa, gli ha replicato: «Caro Pablo Rigante, ti ricordo che quella è una vecchia pubblicità che abbiamo cantato tutti da piccoli e non vedo perché tutto debba essere associato alla politica.

Visto che purtroppo è sempre così ti ricordo che, a differenza tua, io non ho padroni, non ne ho mai avuti e non ne vorrò mai. In più, la persona che tu hai voluto incontrare per associarla al tuo padrone è sempre la stessa, e se non è buona adesso non lo era neppure prima».
  • Rossano Sasso
  • Pablo Rigante
Altri contenuti a tema
1 «Urge manutenzione ordinaria in via Monsignor Belsito» «Urge manutenzione ordinaria in via Monsignor Belsito» Segnalazione del consigliere comunale Rossano Sasso
«Consiglio comunale monotematico sulla situazione dei lavoratori di Universo Salute» «Consiglio comunale monotematico sulla situazione dei lavoratori di Universo Salute» Richiesta bipartisan formalizzata da cinque componenti della massima assise cittadina
Consiglio comunale, Rossano Sasso si dichiara indipendente Consiglio comunale, Rossano Sasso si dichiara indipendente Parole dure verso Angarano: «Andiamo in giro per la città: se trova uno che dice che stiamo facendo bene pagherò una cena a tutta questa assise»
«Hai saputo umanizzare la malattia e la morte» «Hai saputo umanizzare la malattia e la morte» L'ex sindaco Biagio Lorusso ricorda Pablo Rigante
Libri nel Borgo Antico ricorda Pablo Rigante Libri nel Borgo Antico ricorda Pablo Rigante Su BisceglieViva la conversazione di Largo Castello dello scorso agosto
Pablo... Pablo! Pablo... Pablo! L'omaggio in versi di Nicola Ambrosino
Pablo Rigante, lo showman del diritto Pablo Rigante, lo showman del diritto Quando lavoro è sinonimo di allegria e competenza
Come avremmo potuto non volerti bene? Come avremmo potuto non volerti bene? Il blog di Vito Troilo
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.