No al decreto sicurezza di Matteo Salvini nella Bat
No al decreto sicurezza di Matteo Salvini nella Bat
Economia e lavoro

No al decreto sicurezza di Matteo Salvini nella Bat

Dalla sede della Cgil Bat l'appello ai sindaci: «Rispettate la Costituzione»

Non disobbedienza al "decreto sicurezza" ma tutela dei diritti umani nel rispetto della Costituzione e delle leggi vigenti, procedendo all'iscrizione anagrafica dei migranti affinché possano, comunque, accedere ai servizi a cominciare da quelli sociali e sanitari. È questo in sintesi ciò che chiede il neonato coordinamento per i diritti umani della provincia di Barletta-Andria-Trani che si è presentato nella giornata di venerdì 11 gennaio in una conferenza stampa che si è svolta nella sede della Cgil Bat, ad Andria, in cui sono state illustrate le ragioni per le quali si ritiene che il Dl sicurezza e immigrazione sia in contrasto con il sistema giuridico italiano.

Nella lettera i firmatari, Giuseppe Deleonardis, segretario generale Cgil Bat, Giuseppe Boccuzzi, segretario generale Cisl Bari-Bat, Roberto Tarantino (presidente Anpi Bat), il presidente Arci Circolo C. Cafiero di Barletta Francesco Demartino, i legali Pietro Sciusco e Marina Scricco della consulta giuridica della Cgil Bat, Cosimo Matteucci, presidente Mga, Michele Caldarola referente Libera Andria Presidio R. Fonte e Luciano Lopopolo, presidente Arcigay Bat, hanno invitato le istituzioni ad assumere una posizione a tutela dei diritti fondamentali dell'uomo come accaduto già in altre parti d'Italia, in cui alcuni sindaci hanno deciso di "sospendere l'attuazione del Dl nelle parti che riguardano l'attività dei Comuni ai quali la legge affida la responsabilità di gestire l'anagrafe dei cittadini".

Il decreto – dicono dal coordinamento - mette in discussione i più importanti diritti umani, oltre ad avere profili di incostituzionalità in diverse sue articolazioni, come già evidenziato da molti giuristi e costituzionalisti. Offende la persona del migrante, degrada lo 'straniero' e fa diventare la discriminazione una regola, rievocando i momenti peggiori e più bui della nostra storia. I sostenitori dell'iniziativa hanno invitato alla mobilitazione tutti i sindacati e le associazioni, il mondo del volontariato e del terzo settore e tutti i cittadini della provincia in modo da coordinarsi e costituire una rete mutualistica che possa aiutare tutti coloro che malauguratamente dovessero subire gli effetti discriminatori di questo decreto.

Il coordinamento è aperto al contributo di tutte le realtà associative e organizzazioni sociali contrarie al Dl ed alle politiche messe in campo dal governo in merito al tema della gestione dell'immigrazione.
  • Matteo Salvini
  • Cgil Bat
  • decreto sicurezza
Altri contenuti a tema
Venerdì 15 marzo sciopero generale degli edili Venerdì 15 marzo sciopero generale degli edili La Cgil: «Indispensabile una politica industriale per il rilancio dell'intera filiera»
Servizio pubblico e cooperative sociali, i possibili rapporti nella Bat Servizio pubblico e cooperative sociali, i possibili rapporti nella Bat Un incontro per meglio definire il futuro degli addetti nel settore
Lunedì a Trani iniziativa del Coordinamento per i diritti umani della Bat Lunedì a Trani iniziativa del Coordinamento per i diritti umani della Bat Gazebo informativo e tavola rotonda sul valore della Costituzione. Invitato il sindaco Angarano
Decreto sicurezza, Decaro non risponde al coordinamento per i diritti umani Decreto sicurezza, Decaro non risponde al coordinamento per i diritti umani Il 20 febbraio a Bari incontro coi sindaci del territorio in regione. Prevista la presenza di Angarano
1 Francesco Boccia su Salvini e Di Maio: «Una grande scorreggia li seppellirà» Francesco Boccia su Salvini e Di Maio: «Una grande scorreggia li seppellirà» Il deputato biscegliese del Partito Democratico non le manda a dire ai due vicepremier
Protocolli su relazioni e appalti, Angarano verso la condivisione dei documenti Protocolli su relazioni e appalti, Angarano verso la condivisione dei documenti La Cgil: «Un nuovo approccio nella gestione e nelle valutazioni dei rapporti con le parti sociali»
Incontro sulla fatturazione elettronica promosso dalla Cgil Incontro sulla fatturazione elettronica promosso dalla Cgil Organizzato dalle sigle di categoria Alpaa e Flai alla camera del lavoro di Andria
L'appello della Comunità Oasi 2 al sindaco di Bisceglie sul decreto sicurezza L'appello della Comunità Oasi 2 al sindaco di Bisceglie sul decreto sicurezza «L'applicazione rischia di danneggiare decine di persone presenti legalmente in città»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.