immobile occupato via Di Vittorio (Foto Giuseppe Rana)
immobile occupato via Di Vittorio (Foto Giuseppe Rana)
Cronaca

Occupano un immobile approfittando del viaggio dell'assegnataria e lo svuotano nell'atrio condominiale

È accaduto in via Di Vittorio. Il servizio igiene del comune ha già provveduto allo smaltimento

Hanno occupato l'appartamento e poi gettato tutto quello che c'era all'interno nello spiazzo condominiale.
Lei incinta, lui padre di famiglia. Approfittando del fatto che l'assegnataria dell'appartamento era in viaggio, hanno preso possesso della casa popolare di via Giuseppe Di Vittorio.
Le forze dell'ordine hanno potuto solo denunciare l'uomo a piede libero alla Procura della Repubblica per danneggiamento di immobile pubblico ed occupazione abusiva. Saranno ora i giudici del Tribunale di Trani a prendere tutte le decisioni del caso.
Sul posto, allertati dai residenti, sono giunti gli agenti della polizia locale e i carabinieri della tenenza di Bisceglie, oltre all'assessore Paolo Ruggieri.
Su disposizione dell'ufficio tecnico comunale, tutto il materiale è stato rimosso con urgenza nella mattinata di sabato 14 ottobre dal gestore del servizio igiene urbana.
1 fotovia Di Vittorio
via Di Vittorio
  • occupazione abusiva suolo pubblico
  • via Di Vittorio
Altri contenuti a tema
19 Frontale all'incrocio tra via Bovio e via Di Vittorio, tre giovani ferite Frontale all'incrocio tra via Bovio e via Di Vittorio, tre giovani ferite Scontro tra la Matiz su cui erano a bordo le ragazze e un mezzo agricolo
Lotta all’occupazione abusiva del suolo pubblico: beccato un altro esercizio commerciale Lotta all’occupazione abusiva del suolo pubblico: beccato un altro esercizio commerciale I titolari dovranno rimuovere arredi e strutture entro 30 giorni dall'ingiunzione del comune
© 2001-2018 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.