Biagio D'Alberto, segretario generale Cgil Bat
Biagio D'Alberto, segretario generale Cgil Bat
Attualità

Piano di riordino ospedaliero, D'Alberto lancia l'allarme: «Non si nascerà più a Bisceglie»

Duro attacco del segretario generale della Cgil Bat

Zero posti per ostetricia e ginecologia e zero posti per neonatologia all'ospedale "Vittorio Emanuele II" di Bisceglie. Dunque nella Bat si nascerà solo al "Bonomo" di Andria e al "Monsignor Dimiccoli" di Barletta. In questi due presidi si trovano i 64 posti letto dell'ostetricia e ginecologia e i 12 di neonatologia previsti nel piano di riordino ospedaliero presentato mercoledì in Puglia e redatto seguendo le indicazioni fornite dal ministero della salute. Numeri comunque inferiori rispetto a tutte le altre province della regione. Misure che dovranno essere attuate entro il 2020.

«Il boccone amaro è sicuramente quello di perdere un altro punto nascita in questo territorio, dopo Trani ora per effetto delle direttive del Ministero, dobbiamo dire addio anche a quello di Bisceglie» ha commentato Biagio D'Alberto, segretario generale della Cgil Bat. «Non solo, dei quasi 1600 posti letto in più rispetto al precedente piano dedicati ad acuzie, riabilitazione e lungodegenza nessuno sarà istituito nella Bat che resta a bocca asciutta, nonostante sia noto il fatto che il rapporto tra abitanti e posti letto in questa provincia sia il più basso» ha aggiunto.

«L'unica nota positiva è che se non crescono almeno non diminuiscono e quindi i posti letto in meno a Bisceglie saranno dirottati in altre strutture e reparti, come la chirurgia, medicina, ortopedia e endocrinologia, quest'ultima tra l'altro è una new entry per questo territorio. Il tema è però quello che in una provincia già fortemente penalizzata su molti fronti, che non decolla da tanti punti di vista, non si possono perdere altri servizi per effetto di calcoli ragionieristici fatti dai tecnici del ministero. Ciò si percepisce davvero come un pugno nel stomaco» ha concluso D'Alberto.
  • ospedale Bisceglie
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ritrovato a Bitonto l'individuo allontanatosi dall'ospedale di Bisceglie Ricoverato agli infettivi del "Vittorio Emanuele II" per sospetta tubercolosi polmonare, aveva fatto perdere le sue tracce
L'Asl Bt sopperisce alla carenza di medici nei pronto soccorso L'Asl Bt sopperisce alla carenza di medici nei pronto soccorso Delle Donne: «Garantiamo l'assistenza clinica con un sistema di assoluta sicurezza per i pazienti»
Punto nascita e cardiologia: Fials e Confsal chiedono la correzione delle tabelle regionali Punto nascita e cardiologia: Fials e Confsal chiedono la correzione delle tabelle regionali «Necessario inserire subito, ufficialmente, il numero di posti letto nel piano di riordino ospedaliero»
Biagio Lorusso: «La vicenda dell'ospedale dimostra l'inadeguatezza di un'intera classe dirigente» Biagio Lorusso: «La vicenda dell'ospedale dimostra l'inadeguatezza di un'intera classe dirigente» L'ex sindaco: «È vero che la mancata indicazione di un livello superiore è dovuta alla voglia di non scontentare il ras di un'altra città?»
Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Il Movimento 5 Stelle: «Ecco la verità sull'ospedale di Bisceglie» Interviste alle parlamentari Galizia e Piarulli e al consigliere regionale Di Bari
Spina soddisfatto per la risoluzione positiva della questione punto nascita Spina soddisfatto per la risoluzione positiva della questione punto nascita «Ora lottiamo tutti uniti per ottenere il primo livello»
Emiliano: «Il ministero della salute non ha mai chiesto la disattivazione del punto nascita di Bisceglie» Emiliano: «Il ministero della salute non ha mai chiesto la disattivazione del punto nascita di Bisceglie» Il presidente della regione: «Un refuso nel documento del Dipartimento salute. Problema risolto con soddisfazione di tutti»
Il ministero della salute: «Mai chiesta la chiusura del punto nascita di Bisceglie» Il ministero della salute: «Mai chiesta la chiusura del punto nascita di Bisceglie» Nota del dicastero: «La decisione è stata assunta dalla regione in piena autonomia»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.