Erika Galassi
Erika Galassi
Cronaca

Vergognosa aggressione omofoba

La vittima: «Insultata, colpita da uno schiaffo e minacciata solo per la mia identità di genere»

Un video comparso sulla piattaforma Tik Tok, che ha già superato le 63 mila visualizzazioni. La modalità pubblica di denuncia - oltre a quella formale - utilizzata da Erika Galassi è una fitta al cuore per l'evidente sensibilità mostrata dalla transgender, colpita emotivamente da quanto accaduto nella giornata di giovedì 28 luglio in un bar di Bisceglie.

La descrizione dei fatti è circostanziata e al tempo stesso sconfortante: un individuo, in palese stato di alterazione - con ogni probabilità in preda all'alcol - avrebbe dapprima insultato Erika e in seguito sarebbe riuscito a colpirla con uno schiaffo. Il soggetto, benché allontanato dall'esercizio commerciale, si sarebbe appostato all'esterno, perpetrando ulteriori insulti: «Ad alcuni è venuto spontaneo ridere e questa è la cosa più orrenda perché mi sono sentita umiliata» ha rimarcato la vittima, aggiungendo di essere stata oggetto del lancio di una sedia e di un tavolino. La furia dell'invasato si sarebbe rivolta persino nei confronti dell'auto di Erika Galassi, con a bordo la madre: vetri in frantumi. La situazione è tornata alla normalità dopo mezz'ora.

«Abbiamo bisogno di essere tutelate. Sono persino "fortunata" a poter raccontare quello che è successo» ha concluso la vittima. È doveroso riflettere sulla dinamica degli avvenimenti e sulle parole di Erika Galassi, dalle quali traspare un senso di insicurezza per certi versi sconcertante. Restare impassibili al cospetto di episodi del genere è un "lusso" che la comunità biscegliese non può più concedersi. Bisogna stroncare sul nascere atteggiamenti di questo tipo e affermare, con forza, il diritto di ciascuno a vivere la propria identità di genere.


  • omofobia
  • violenza
Altri contenuti a tema
L'assessore Rigante e il presidente Arcigay Lopopolo incontrano Erika Galassi L'assessore Rigante e il presidente Arcigay Lopopolo incontrano Erika Galassi «Insieme dobbiamo continuare a diffondere la cultura del rispetto»
Solidarietà dalla senatrice Piarulli alla vittima dell'aggressione omofoba di Bisceglie Solidarietà dalla senatrice Piarulli alla vittima dell'aggressione omofoba di Bisceglie «La nostra battaglia proseguirà con ancora più forza»
Da Amnesty solidarietà ad Erika Galassi Da Amnesty solidarietà ad Erika Galassi «Terribile aggressione transfobica»
Solidarietà dall'Arcigay Bat a Erika Galassi, aggredita in un bar di Bisceglie Solidarietà dall'Arcigay Bat a Erika Galassi, aggredita in un bar di Bisceglie Il presidente nazionale Luciano Lopopolo: «A lei l'abbraccio ed il sostegno dell'intera cittadinanza»
Sasso: «Sosteniamo Zan, la sua battaglia è anche la nostra» Sasso: «Sosteniamo Zan, la sua battaglia è anche la nostra» Il segretario del Pd di Bisceglie: «È sempre il tempo dei diritti»
Zan a Bisceglie nel silenzio totale di politica e associazionismo Zan a Bisceglie nel silenzio totale di politica e associazionismo Un esempio della preoccupante aridità del dibattito pubblico in città
Conversazione con Alessandro Zan sulla scalinata di via Porto Conversazione con Alessandro Zan sulla scalinata di via Porto Il parlamentare del Pd ospite delle Vecchie Segherie Mastrototaro
Botte a moglie e figli, uno dei quali disabile: arrestato 52enne biscegliese Botte a moglie e figli, uno dei quali disabile: arrestato 52enne biscegliese Filmati ritenuti inequivocabili sarebbero stati acquisiti dagli inquirenti, che però mantengono uno stretto riserbo sulla delicata vicenda
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.