Ostrica
Ostrica
Memorie di un amore

L'Ostrica

Le poesie di Liliana Salerno

Ostrica sei per me,
Longevo Assente,
tenero Aguzzino!

... e mi donavi la gioia
dei tuoi passi leggiadri,
leggeri,
nelle Tregende, rischiarate di Luna.

Asmodeo, giovane Amante,
mi portò,
di Monet,
azzurre Ninfee.

Tu le guardavi,
non osando toccarle!
Osannate nella tela
dei miei giorni impudichi.

Dillo a Me,
il tuo segreto del Cuore.

Dillo a me,
Longevo Assassino.

Sei tu il Satiro
che devo incontrare.

Ho vissuto l'Aminta del Tasso,
dolce ninfa, d'aspetto pagano
e dal volto d'amianto;
anche tu hai lasciato
la tela,
nella notte
puntellata di Stelle,
ed hai stretto la valva,
contenente la perla?

La mia vulva
contiene un gattino,
appassionato Asmodeo!

Sei tu che riproponi,
austero,
giochi del Talamo
impudichi,
indiscreti,
nel Tuo Tantrico Amare?

Ostrica sei per me,
Taoistica Dea.
  • poesia
  • Liliana Salerno
Altri contenuti a tema
Madre velata Madre velata Le poesie di Liliana Salerno
Elfo dei boschi Elfo dei boschi Le poesie di Liliana Salerno
Ballata della Rosa Ballata della Rosa Le poesie di Liliana Salerno
Il responso Il responso Le poesie di Liliana Salerno
Melodia Melodia Le poesie di Liliana Salerno
Filastrocca Filastrocca Le poesie di Liliana Salerno
Ballata dell'amore ritrovato Ballata dell'amore ritrovato Le poesie di Liliana Salerno
Amici arcadi infernali Amici arcadi infernali Le poesie di Liliana Salerno
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.