Rurale
Rurale
Economia e lavoro

Flai e Cgil Bat replicano a Confagricoltura sul lavoro nero

Secondo dati del ministero del lavoro le inadempienze contrattuali nella Bat si attesterebbero intorno al 60%

I segretari provinciali di Cgil (Deleonardis) e Flai Cgil (Riglietti) hanno replicato, tramite una nota congiunta, a quanto sarebbe emerso rispetto ad alcune dichiarazioni del presidente di Confagricoltura Bari-Bat Lacenere.

«Ci fa specie constatare che un'associazione datoriale difronte a fatti eclatanti accaduti in Puglia e nelle province di Bari e Bat in materia di lavoro nero, caporalato ed illegalità nelle campagne neghi l'evidenza legittimando di fatto tutte le forme di illegalità che, non solo noi denunciamo continuamente ma che sono emerse anche da indagini fatte dalla Procura e dalle Forze dell'ordine con oculatezza. Circostanze che trovano un riscontro anche nei dati diffusi dal ministero del Lavoro sulle inadempienze contrattuali ed il sommerso che nelle province di Bari e Bat si attestano attorno al 60% (numeri, peraltro, verificati dalle azioni ispettive in campo e non confutabili)» hanno spiegato i due rappresentanti sindacali.

«L'unica giustificazione che noi diamo a queste prese di posizioni è quella della tracotanza e arroganza di un'impresa agraria reazionaria che nutre un livore di classe verso tutte le forme di lavoro subordinato e le organizzazioni di rappresentanza e che immagina l'impresa e il mercato come l'ombelico del mondo» hanno aggiunto. «Ci spiace che questa posizione rancorosa ed irreale sulle condizioni di lavoro e di sfruttamento si riverberi sull'intero sistema d'impresa che vive spesso forme non solo di dumping sociale e contrattuale ma anche un monopolio di alcuni nuovi imprenditori che gestiscono tutte le fasi dalla produzione alla commercializzazione, il mercato agricolo, determinando prezzi e rapporti con la grande distribuzione organizzata.

Aziende, quest'ultime, che si alimentano di risorse pubbliche con l'assenso implicito della regione che non dà applicazione reale, in tutte le sue forme, alla Legge 28/2006, che godono di fiscalizzazione improprie degli oneri sociali spesso avvalendosi del titolo di imprenditore agricolo a titolo principale pur sconfinando in attività prettamente commerciali in quanto, spesso, il prodotto trasformato e commercializzato riviene da oltre il 50% da attività di conferimento o acquisto di prodotti alla pianta.

L'invito che la Flai e la Cgil Bat rivolgono al sistema d'impresa è di non mettersi il prosciutto sugli occhi negando evidenze e violazioni ma di fare insieme una battaglia affinché la legalità e le applicazioni contrattuali diventino l'elemento distintivo del sistema d'impresa, valorizzando dunque appieno la Legge 199/2016 a partire dalla Rete del Lavoro di Qualità agricolo e dall'eticità dei prodotti».
  • Confagricoltura
  • Flai Cgil
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
Liste d’attesa nella Bat, Cgil: «Disponibilità della Asl per abbattimento dei tempi» Liste d’attesa nella Bat, Cgil: «Disponibilità della Asl per abbattimento dei tempi» Le proposte per la riduzione dei tempi nella cabina di regia
Zes, la Bat convoca sindaci e partenariato economico sociale Zes, la Bat convoca sindaci e partenariato economico sociale Biagio D'Alberto della Cgil: «Siamo convinti che serva creare sinergie»
Confagricoltura: «La nomina di Boccia a ministro è un orgoglio per Bisceglie» Confagricoltura: «La nomina di Boccia a ministro è un orgoglio per Bisceglie» «Il comparto necessita del suo impegno e di quello del ministro Bellanova»
Michele Valente entra nella segreteria provinciale della Cgil Michele Valente entra nella segreteria provinciale della Cgil Nuovo incarico per il sindacalista biscegliese
Agromafia e controlli, D’Alberto: «Alla Bat servono presidi di legalità» Agromafia e controlli, D’Alberto: «Alla Bat servono presidi di legalità» Il segretario generale della Cgil provinciale commenta i dati su produzione agricola e ispezioni
Comune di Bisceglie, revocata agitazione dei dipendenti Comune di Bisceglie, revocata agitazione dei dipendenti I sindacati: «Vigileremo insieme alla Rsu sul rispetto di tempi e procedure dell’intesa»
Cgil Bat su Zes e porto di Barletta: «C’è un nuovo bando, l’intero territorio partecipi» Cgil Bat su Zes e porto di Barletta: «C’è un nuovo bando, l’intero territorio partecipi» Il segretario generale Biagio D’Alberto esorta le istituzioni a candidare progetti per creare ulteriori occasioni di sviluppo per tutta la Bat
Rinnovo contratto Guardie campestri: «Pronti allo sciopero del settore se non ci sarà convocazione immediata» Rinnovo contratto Guardie campestri: «Pronti allo sciopero del settore se non ci sarà convocazione immediata» L'allarme di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila-Uil
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.