Paolo Rossi
Paolo Rossi
Spettacoli

La satira di uno strepitoso Paolo Rossi scalda il Garibaldi

L'attore ha incantato il pubblico biscegliese

A dispetto del suo comunissimo cognome (primo posto nella anagrafe di Milano, sua città d'adozione), il Paolo Rossi attore è un personaggio fuori dal comune.

L'improvvisatore (questo il titolo del suo ultimo lavoro) sale sul palcoscenico e propone subito una cosa inusuale: un dibattito con il pubblico al quale dà la parola, aspettando in silenzio che qualcuno gli porga delle domande. Il tutto senza ancora aver cominciato lo spettacolo).

E attende, fino a che un coraggioso spettatore rompe il ghiaccio con la prima domanda. Un modo intelligente (o furbo?) per creare empatia con la gente e spianare la strada alle sue improvvisazioni.

Da navigato attore di teatro, cabarettista, cantante e persino mimo (esperienza breve quest'ultima, non avendo compreso l'obbligo di non parlare) Paolo Rossi, accompagnato dai musicisti Emanuele Dell'Aquila e Alex Orciari, non ha alcuna difficoltà ad entrare in sintonia con gli spettatori ai quali comincia a regalare aneddoti e brani esilaranti tratti dallo sterminato repertorio di una lunga carriera.

Fantastica la sua visione dei piccioni che vagano senza meta in piazza Duomo paragonati a un impiegato del catasto del quale interpreta l'andatura, suscitando gli immancabili applausi della platea.

Non manca l'esibizione canora. un pezzo scritto da Enzo Jannacci, col quale ha condiviso diversi anni di carriera, partecipando fra l'altro al Festival di Sanremo 1994 con "I soliti accordi".

Esilarante anche la sua interpretazione nei panni di un ministro, tratta da un lavoro teatrale del 2004 ("Cocaina al ministero") all'epoca censurato dalle emittenti televisive.

Tra un'improvvisazione e l'altra Rossi si rivolge al pubblico, in gran parte femminile, cercando di coinvolgerlo sull'argomento dieta, passando per la presunta purezza dei cibi biologici fino ad arrivare a prendersela coi vegani, "confessando", come in un sogno, che in caso di un incidente aereo nel quale dovesse sopravvivere da solo con un vegano... lo mangerebbe!

Insomma, questo "ancien prodige" della scena italiana, come si è definito a inizio serata, ha stupito anche Bisceglie.
  • Teatro Garibaldi
Altri contenuti a tema
Sistema Garibaldi lascia il teatro comunale con un messaggio di pace ma qualcuno rimuove gli striscioni Sistema Garibaldi lascia il teatro comunale con un messaggio di pace ma qualcuno rimuove gli striscioni «È comune nella nostra storia essere allontanati perché considerati scomodi»
Possibili finanziamenti per il Teatro Garibaldi, Fata: «Sfruttare l’avviso pubblico del ministero» Possibili finanziamenti per il Teatro Garibaldi, Fata: «Sfruttare l’avviso pubblico del ministero» L'ex Sindaco: «Un bando consente di ottenere risorse per la climatizzazione, l’illuminazione e la sicurezza delle strutture. Cosa farà l’amministrazione comunale?»
SistemaGaribaldi: «Se fossimo dei politici chiederemmo lo scioglimento dell'amministrazione» SistemaGaribaldi: «Se fossimo dei politici chiederemmo lo scioglimento dell'amministrazione» Lettera dello staff a Vito Troilo: «L'albero delle iniziative è sorretto dal tronco della stagione, segato il quale non ha più senso di esistere»
Spina a tutto campo su incarico a Di Pierro e caso Sistema Garibaldi Spina a tutto campo su incarico a Di Pierro e caso Sistema Garibaldi «30 mila euro annui a un pensionato con tanti giovani senza lavoro». Sulla stagione teatrale: «Bruni tradito da persone che lo hanno preso in giro»
Il caso SistemaGaribaldi è una sconfitta per tutti Il caso SistemaGaribaldi è una sconfitta per tutti Una vicenda complicata tra ricostruzioni dell'accaduto, detti e non detti, accuse velate
1 Cultura a Bisceglie, Fata: «Situazione insostenibile, amministrazione incapace» Cultura a Bisceglie, Fata: «Situazione insostenibile, amministrazione incapace» Pesantissimo affondo del consigliere di opposizione: «Teatro Garibaldi chiuso, gruppo di lavoro defenestrato, nessun supporto per gli operatori del settore»
Casella: «Il foyer del "Garibaldi" sia intitolato a Eugenio Monopoli» Casella: «Il foyer del "Garibaldi" sia intitolato a Eugenio Monopoli» Il presidente del consiglio comunale lancia la proposta
«Intitolare il piccolo foyer del "Garibaldi" a Franco Battiato» «Intitolare il piccolo foyer del "Garibaldi" a Franco Battiato» La proposta di Bisceglie illuminata
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.