Giuseppe Conte e Francesco Boccia a DigithON
Giuseppe Conte e Francesco Boccia a DigithON
Buongiorno

Buongiorno ministro, buon lavoro Francesco!

Il meritato riconoscimento a una delle menti migliori di questa nazione

La nomina a ministro è per Francesco Boccia un meritatissimo riconoscimento. Non c'è persona in buona fede che possa ritenerlo inadatto a ricoprire un incarico governativo. Comunque la si voglia vedere sotto il profilo politico (e chi scrive non è certo un supporter del Partito Democratico!), Francesco è una delle menti migliori di questa nazione.

L'esponente dem biscegliese sarà il nuovo titolare del dicastero senza portafoglio agli affari regionali e alle autonomie. I più attenti avranno notato la delicatezza delle deleghe ricevute, specie in una fase nella quale è sul tavolo il tema, molto complesso, del processo delle autonomie regionali differenziate posto nel quadro del contratto dell'esecutivo precedente.

Il professor Boccia sarà chiamato a gestire una serie di questioni intricate, da uomo del Sud e soprattutto da profondo conoscitore delle dinamiche dell'economia. La sua preparazione, le doti di mediazione, la capacità di tenere il passo coi tempi che corrono lo rendono, a 51 anni, abbastanza maturo e scaltro da evitare le trappole della politica.

L'amico Francesco, un biscegliese orgoglioso delle sue origini al punto da portare in città un evento della caratura e del valore di DigithON, farà parte di un governo sulla cui genesi è possibile differire in termini di opinioni, costruito col misurino confidando nel mantenimento di un equilibrio precario nei rapporti, tutt'altro che distesi, tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico. Un esecutivo frutto del compromesso tra due partiti che hanno fatto pieno ricorso alla retorica del supremo interesse nazionale nel vano tentativo di dare credibilità a un'evidente operazione di palazzo, peraltro del tutto legittima, sebbene viziata dal terrore di un possibile ritorno alle urne.

Gli auspici sotto i quali il primo biscegliese giurerà da ministro della repubblica non sono certo dei migliori. Ma è proprio in ragione di questo dato di fatto che non si può che augurargli di dare il massimo, come ha fatto sempre nella vita. Buongiorno signor ministro, buon lavoro caro Francesco!
© riproduzione riservata
  • Movimento 5 stelle
  • Partito Democratico
  • Francesco Boccia
Altri contenuti a tema
Dino Cocola: «Progetto Arca precursore del governo Pd-5 Stelle» Dino Cocola: «Progetto Arca precursore del governo Pd-5 Stelle» Il presidente: «La nostra proposta culturale dimostra nel concreto la sua attualità»
Il Senato concede la fiducia al governo, Boccia già al lavoro da ministro Il Senato concede la fiducia al governo, Boccia già al lavoro da ministro Il biscegliese si è insediato alla guida di affari regionali e autonomie
Galantino nega la fiducia al nuovo governo e attacca il Movimento 5 Stelle Galantino nega la fiducia al nuovo governo e attacca il Movimento 5 Stelle L'intervento del parlamentare biscegliese scatena la bagarre a Montecitorio
Conte-bis chiede la fiducia alla Camera, Fratelli d'Italia e Lega in piazza Conte-bis chiede la fiducia alla Camera, Fratelli d'Italia e Lega in piazza Voto previsto nel pomeriggio per l'esecutivo di cui fa parte Boccia. Galantino, Amoruso e Gemmato alla manifestazione fuori da Montecitorio
DigithON, la quarta edizione alla start up Mosaic Software DigithON, la quarta edizione alla start up Mosaic Software Chiusa la maratona digitale alle Vecchie Segherie Mastrototaro
Gli auguri di Confcommercio Bisceglie al ministro Boccia Gli auguri di Confcommercio Bisceglie al ministro Boccia Leo Carriera: «Sia promotore di una pacificazione che favorisca la ripresa dei consumi nel paese»
Confagricoltura: «La nomina di Boccia a ministro è un orgoglio per Bisceglie» Confagricoltura: «La nomina di Boccia a ministro è un orgoglio per Bisceglie» «Il comparto necessita del suo impegno e di quello del ministro Bellanova»
Francesco Boccia apre la quarta edizione di Digithon: «Vogliamo un paese unito» Francesco Boccia apre la quarta edizione di Digithon: «Vogliamo un paese unito» Il neoministro lancia segnali di distensione ai presidenti di regione sull'intricata matassa dell'autonomia
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.