Beethoven
Beethoven
Viaggio nell'Infinita Bellezza

La terza sonata di Beethoven

«Capace di suscitare un profondo turbamento e di evocare, una riflessione sulla vita, sulle sue aspettative, sul dolore, sull'amore, sulla morte»

Per affrontare anche solo una semplice trattazione delle Sonate di Beethoven è necessario conoscere molto bene questa materia, conoscere molto bene l'arte compositiva dell'autore e riflettere su quali necessità abbiano spinto i cultori della materia musicale a dividere le 32 Sonate in gruppi diversi legati al periodo anagrafico della loro rispettiva composizione da parte del genio.

Il pianoforte, quale principe degli strumenti musicali, in queste straordinarie composizioni è l'unico ed eccelso protagonista in grado di suscitare emozioni uniche e profonde attraverso la percussione dei suoi ottantotto tasti.

Alla luce della promessa e dell'impegno che la pianista veronese Ilaria Loatelli ha contratto con l'associazione musicale Fonè, ho ascoltato la proposta musicale da lei stabilita con molta attenzione: tra le altre, la Sonata n° 3 di Beethoven. Composta intorno all'età di vent'anni durante il soggiorno viennese e perciò appartenente al primo periodo, se si escludono le Sonate composte nell'adolescenza.

Sono più eseguite, in genere, quelle denominate "Al chiaro di luna", "Patetica", "Appassionata". Questa Sonata n° 3 scelta dalla nota pianista non ha un suo specifico appellativo: è famosa anche se non eseguitissima come le altre. Eppure è capace di suscitare un profondo turbamento e di evocare, nel suo tragico secondo movimento (L'adagio), una riflessione sulla vita, sulle sue aspettative, sul dolore, sull'amore, sulla morte.

È molto difficile, al di là delle letture squisitamente tecniche, dare una spiegazione, un'interpretazione, anche solo un sentimento empatico che possa solo così avvicinarsi a tale genio compositivo. Solo rispetto e gratitudine!
Buon ascolto
Social Video5 minutiLa terza sonata di Beethoven
  • Beethoven
  • Antonio Marzano
Altri contenuti a tema
Mezzochiloaciuccio Mezzochiloaciuccio Uno spaccato di vita nella riflessione del dottor Antonio Marzano
Ti incontrerò tra non molto Ti incontrerò tra non molto Rubrica a cura del dottor Antonio Marzano - Pediatra di famiglia
Il sacrificio dei bambini Il sacrificio dei bambini «Ciascuno di noi darà il meglio di sé per questi piccoli, facendo a meno delle certezze dei pontificatori seriali»
E se a Bisceglie si erigesse un auditorium? E se a Bisceglie si erigesse un auditorium? Una riflessione del dottor Antonio Marzano
«Fa' attenzione, visita, fa' il tuo dovere» «Fa' attenzione, visita, fa' il tuo dovere» Rubrica a cura del dottor Antonio Marzano - Pediatra di famiglia
Una spiacevole sorpresa Una spiacevole sorpresa La soluzione di un caso complicato
Il mister Il mister Bisceglie, il dottor Marzano ricorda l'amico Franco Di Reda
Neanche una zanzara in giro... Neanche una zanzara in giro... Rubrica a cura del dottor Antonio Marzano - Pediatra di famiglia
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.