Cei
Cei
Religioni

Cei in disaccordo col nuovo decreto: «La chiesa esige di riprendere la sua azione pastorale»

«Compromesso l'esercizio di libertà di culto. Conte esclude arbitrariamente la possibilità di celebrare Messa col popolo»

Il nuovo decreto, descritto e annunciato dal presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte nella serata di domenica 26 aprile, non ha convinto per niente la Conferenza episcopale italiana (Cei). «Non possiamo accettare di vedere compromesso l'esercizio della libertà di culto. Dovrebbe essere chiaro a tutti che l'impegno al servizio verso i poveri, così significativo in questa emergenza, nasce da una fede che deve potersi nutrire alle sue sorgenti, in particolare la vita sacramentale» hanno affermato i vescovi italiani.

Nella presentazione del Dpcm, che sarà valido dal 4 al 18 maggio, sarà consentito celebrare i funerali all'aperto con un massimo 15 persone presenti, che dovranno rispettare il distanziamento di almeno un metro. «Abbiamo accettato, con sofferenza e senso di responsabilità, le limitazioni governative assunte per far fronte all'emergenza sanitaria. Un'interlocuzione nel corso della quale più volte si è sottolineato in maniera esplicita che la chiesa esige di poter riprendere la sua azione pastorale, nel momento in cui vengano ridotte le limitazioni» hanno aggiunto.

«Abbiamo presentato orientamenti e protocolli con cui affrontare una fase transitoria nel pieno rispetto di tutte le norme sanitarie. Il decreto esclude arbitrariamente la possibilità di celebrare la Messa con il popolo», aggiunge il comunicato dei vescovi». La Cei ha richiamato «il dovere di distinguere tra la loro responsabilità, cioè dare indicazioni precise di carattere sanitario, e quella della chiesa, chiamata a organizzare la vita della comunità cristiana nel rispetto delle misure disposte, ma nella pienezza della propria autonomia» hanno concluso.
  • Chiesa Cattolica
  • governo
  • Giuseppe Conte
Altri contenuti a tema
Governo, Minuto commenta il suo "no" alla fiducia: «Smentite voci prive di fondamento» Governo, Minuto commenta il suo "no" alla fiducia: «Smentite voci prive di fondamento» La senatrice molfettese: «Messa in discussione la mia integrità, spero che in futuro io non sia oggetto di altri attacchi strumentali»
Fiducia al Senato, D'Ambrosio: «Attenzione a esultare» Fiducia al Senato, D'Ambrosio: «Attenzione a esultare» Il deputato del Movimento 5 Stelle: «Serve una maggioranza più solida che dia certezze»
Il Governo ottiene una risicata fiducia in Senato Il Governo ottiene una risicata fiducia in Senato Carmela Minuto vota "no" e resta all'opposizione. Disco verde dalla pentastellata Piarulli
2 Galantino: «No alla fiducia, sarà la storia a giudicarci» Galantino: «No alla fiducia, sarà la storia a giudicarci» Il deputato biscegliese: «Non vedo futuro con la sinistra al timone»
La Puglia in zona arancione da domenica La Puglia in zona arancione da domenica Spostamenti, bar, ristoranti e negozi: le restrizioni in vigore
2 Galantino: «Se i 5 Stelle avessero dignità affronterebbero le elezioni» Galantino: «Se i 5 Stelle avessero dignità affronterebbero le elezioni» Il deputato biscegliese di Fratelli d'Italia si rivolge agli ex compagni di avventura: «Fossi in loro nasconderei la faccia sotto la sabbia»
Campionati regionali, stop prolungato al 5 marzo Campionati regionali, stop prolungato al 5 marzo Il nuovo Dpcm ha disposto una nuova sospensione di tutti gli sport dilettantistici
Ultimo giorno in zona gialla per la Puglia Ultimo giorno in zona gialla per la Puglia Possibilità di apertura per bar e ristoranti e di spostarsi tra Comuni. Da domenica il passaggio in area arancione
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.