Scuola (repertorio)
Scuola (repertorio)
Scuola

«Scuola, subito tamponi antigenici per studenti e personale»

L'appello dei sindacati all'assessore Leo: «Puglia in profondo rosso e la didattica a distanza sta mostrando tutti i propri limiti»

Un appello all'assessore Sebastiano Leo riguardo la tematica scuola, sempre al centro del dibattito. In vista di un possibile rientro in classe in presenza al 100% negli istituti di ogni ordine e grado, i sindacati Flc Cgil, Cisl e Uil scuola, Snals Confsal e Gilda Unams hanno inviato una nota unitaria, evidenziando soprattutto le criticità, tra cui «il fatto che si sia persa ogni traccia della delibera annunciata a gran voce dalla Giunta regionale pugliese il 2 febbraio (che prevedeva anche l'istituzione di presidi sanitari nelle scuole pugliesi, oltre a un sistema di screening con test antigenici rapidi ripetuti ogni 14 giorni in favore di tutto il personale scolastico)».

«Pur dando atto di un'iniziale accelerazione sul fronte delle vaccinazioni, peraltro frutto delle nostra azione sindacale e dell'indizione del primo sciopero unitario regionale, sia pur revocato sulla base degli impegni assunti dalla Regione, a distanza di quasi 3 mesi, al netto della campagna vaccinale per il personale scolastico che ancora oggi fa tanto discutere, ci sentiamo in dovere di proporre ulteriori iniziative affinché, in questa regione, la scuola riparta seriamente e non continui ad essere il fanalino di coda della scuola italiana alla mercé della politica regionale» hanno spiegato.

«Denunciamo la mancata attuazione delle misure contenute nel piano regionale scuola-sanità e chiediamo di partire subito coi tamponi antigenici, tanto per il personale scolastico quanto per gli alunni. L'appello che noi rivolgiamo all'assessore Leo è quello di assumere, in prima persona, l'iniziativa politica considerato che dal prossimo lunedì 19 aprile - nonostante i soliti annunci del presidente Emiliano e dell'assessore Lopalco - la Puglia rimarrà in zona rossa e la scuola pugliese in profondo rosso.
Il sistema misto di frequenza con la didattica digitale integrata sta mostrando tutti i propri limiti e sta mettendo a dura prova il personale scolastico, così come è comprensibile che, con le attuali percentuali di contagi, con le non decisioni, spesso contrastanti, contenute nelle ordinanze regionali e con la mancata attuazione del piano sanitario regionale per le scuole, siano in tanti a non sentirsi sicuri per l'auspicato ritorno alla scuola in presenza e in sicurezza» hanno concluso i sindacati.
  • Scuola e istruzione
  • Sindacati
  • Sebastiano Leo
  • Covid
  • didattica a distanza
Altri contenuti a tema
42 nuovi casi positivi in Puglia nelle ultime 24 ore 42 nuovi casi positivi in Puglia nelle ultime 24 ore Oltre 240mila guariti dall'inizio dell'emergenza
Campagna vaccinale, ritmo di oltre 3000 somministrazioni giornaliere nella Bat Campagna vaccinale, ritmo di oltre 3000 somministrazioni giornaliere nella Bat Indice di utilizzo delle dosi al 96.1% in Puglia
Meno di seimila gli attualmente positivi in Puglia Meno di seimila gli attualmente positivi in Puglia Curva dei contagi in drastico calo
Quasi 4500 somministrazioni effettuate nella Bat lunedì Quasi 4500 somministrazioni effettuate nella Bat lunedì La Puglia raggiunge quasi il 95% di capacità vaccinale
Fials: «Quale futuro per il "Vittorio Emanuele II"?» Fials: «Quale futuro per il "Vittorio Emanuele II"?» Chiesta al Sindaco Angarano la convocazione di un consiglio comunale monotematico
Bisceglie sotto i 50 attualmente positivi secondo la mappa della Regione Bisceglie sotto i 50 attualmente positivi secondo la mappa della Regione La città non rientra più nel range elevato di contagi
Materiale scolastico, Comitato Progetto Uomo mette in palio dei buoni Materiale scolastico, Comitato Progetto Uomo mette in palio dei buoni I requisiti e il termine ultimo per partecipare al sorteggio
«Refezione scolastica, che fine hanno fatto le somme pagate dai genitori?» «Refezione scolastica, che fine hanno fatto le somme pagate dai genitori?» Di Leo, esponente di Bisceglie d'amare: «L'amministrazione delude ancora una volta le famiglie»
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.