Calcio su terra battuta
Calcio su terra battuta
Buongiorno

Chiedi cos'era l'Edilspina

Un ricordo di Pasquale Spina, scomparso a 78 anni

Se n'è andata in silenzio, domenica 14 aprile, all'età di 78 anni, una persona che ha dato tanto allo sport biscegliese. Un uomo che ha vissuto per il lavoro e ha legato per oltre un decennio il suo nome a una delle più significative storie del calcio minore in città.

La scomparsa di Pasquale Spina ha suscitato in me, figlio di piccolo imprenditore edile, una grande tristezza. Ho atteso anche troppo, confidando che altri potessero rendergli omaggio, per scrivere questo pezzo, rendendomi conto, al contrario, quanto sia semplice dimenticare il passato.

Pasquale fu coinvolto nella gestione di una società calcistica dal nipote Sergio Mastrapasqua. Nacque così, nel 1983, l'Edilspina. Fu il terzo connubio stretto, in ordine di tempo, tra un'azienda e un club sportivo biscegliese (i precedenti nel 1974 con la Juvest calcio che divenne Arredamenti Valente e nel 1975 con la sponsorizzazione Moda Market per il Gs Basket).

L'Edilspina non è mai andata oltre la Prima categoria e ha chiuso l'attività a metà degli anni '90. Memorabili, per chi ha avuto la possibilità di godersele, le stracittadine con la Juventus Club e - soprattutto - i rivali della Fidens, spesso trascese in poco cordiali "scambi di opinioni". I miei resoconti di baby aspirante giornalista, fra articoli e spassose corrispondenze (una fra le tante, quella con Rete Smash Gargano, radio di Manfredonia), saranno da qualche parte in quelle cataste di roba che non avrò mai il tempo di organizzare in un archivio e spesso mi diverto a immaginare che effetto avrebbe fatto, se fossero esistiti i social, un bambino di 9 anni alle prese con distinte ricostruite a penna e resoconti nella polvere del "Francesco Di Liddo".

Il personaggio simbolo dell'Edilspina è senza ombra di dubbio Pinuccio Soldani, da tutti soprannominato "Soldino". Un'infinità le leggende metropolitane circolate sul suo conto: dall'ipotesi che potesse aver giocato alcune partite giovanili sotto falso nome spacciandosi per Allievo all'organizzazione rocambolesca delle gare, specie in trasferta. In tutte queste voci una sola, evidente, certezza: l'amore sconfinato per il calcio.

Pasquale Spina era scapolo e non ha lasciato eredi. Lascia però una traccia rilevante nella storia dello sport biscegliese, come dell'imprenditoria. Mi capita spesso di attraversare via Ugo La Malfa in auto e cercare con lo sguardo il suo deposito di materiale per l'edilizia. Non dimenticherò mai quelle maglie strane, quasi sempre verdi con delle righe strette e sottili, quasi mai identiche, retaggio di un calcio nel quale le borse e le divise si passavano di anno in anno, dalle prime squadre alle giovanili. E se qualcuno ha dimenticato di ringraziare Pasquale Spina, mi sia permesso di farlo anche solo per sottolineare che certe storie vale la pena ancora di raccontarle.
© riproduzione riservata
  • Calcio
Altri contenuti a tema
Lunedì la partita di calcio "Siamo tutti biscegliesi" al "Di Liddo" Lunedì la partita di calcio "Siamo tutti biscegliesi" al "Di Liddo" In campo gli amministratori comunali e gli ospiti delle strutture di accoglienza della città di Bisceglie
Youth Academy Bisceglie. L'eterna giovinezza del calcio Youth Academy Bisceglie. L'eterna giovinezza del calcio Presentato il nuovo progetto calcistico all'Hotel Salsello
Bisceglie riabbraccia Aldo Papagni Bisceglie riabbraccia Aldo Papagni Presentato ufficialmente il nuovo direttore tecnico dell'Unione Calcio Bisceglie
1 Pastaio Maffei ancora al fianco del Lecce Calcio in Serie A Pastaio Maffei ancora al fianco del Lecce Calcio in Serie A L’azienda barlettana sarà sponsor dei giallorossi anche nel prossimo campionato
Playoff Serie C, avanzano Potenza, Virtus Francavilla e Reggina Playoff Serie C, avanzano Potenza, Virtus Francavilla e Reggina Escono di scena Rende, Casertana e Monopoli
Duro ostacolo Vibonese per il debutto del Bisceglie Duro ostacolo Vibonese per il debutto del Bisceglie Sul rettangolo del "Ventura" una matricola ambiziosa guidata dall'esperto Nevio Orlandi
1 Il sindaco Angarano sul Bisceglie calcio: «Il momento è adesso. Chi ama questi colori faccia un passo avanti» Il sindaco Angarano sul Bisceglie calcio: «Il momento è adesso. Chi ama questi colori faccia un passo avanti» L'accorato appello del primo cittadino biscegliese
Sabato 16 giugno la sesta edizione del memorial "Adriano Biscaro" Sabato 16 giugno la sesta edizione del memorial "Adriano Biscaro" In programma un torneo fra vecchie glorie delle formazioni calcistiche biscegliesi. Istituito il premio fair play nel ricordo di Alberto Corazza
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.