Libri scuola
Libri scuola
Scuola

Borse di studio per studenti di scuola superiore: al via le domande in Puglia

I due avvisi regionali relativi all'anno scolastico 2022-2023

Ripartono i due avvisi regionali che per l'anno scolastico 2022-2023 prevedono contributi sotto forma di borse di studio del valore medio di 200 euro per le studentesse e gli studenti pugliesi delle scuole superiori di secondo grado, appartenenti alle famiglie a basso reddito. Importante novità introdotta a partire da quest'anno, per entrambe le misure, è l'innalzamento della soglia Isee a € 14.000 per le famiglie numerose con 3 o più figli: si tratta di un avanzamento notevole che estenderà ancora di più la platea dei beneficiari che fino ad ora erano rimasti esclusi dal contributo regionale.

Il primo avviso, con una copertura finanziaria di €3.800.000, prevede l'erogazione di borse di studio per i ragazzi iscritti e frequentanti le classi di III, IV, V e VI di un istituto superiore in Puglia. Il secondo, con copertura finanziaria pari a €3.007.753,90, prevede l'erogazione di borse di studio per gli studenti iscritti e frequentanti le classi di I e II di un istituto superiore

Per entrambi il requisito di accesso è l'appartenenza a nuclei familiari aventi Isee non superiore a € 10.632,94, elevando il limite a € 14.000 nel caso di famiglie numerose con 3 o più figli. Possono presentare istanza di accesso al beneficio della borsa di studio le studentesse e gli studenti o, qualora minori, chi ne esercita la responsabilità genitoriale o la tutela/curatela. Le domande dovranno essere trasmesse solo ed esclusivamente on line attraverso la seguente piattaforma entro le ore 12 del 30 giugno.

La Regione ha precisato come le erogazioni delle borse di studio regionali della precedente annualità (anno scolastico 2021-2022) sono in corso, pur se la grande mole di richieste ha comportato un rallentamento delle attività.
  • Scuola e istruzione
  • borse di studio
Altri contenuti a tema
Approvato il calendario scolastico regionale per l'a.s. 2024-2025 Approvato il calendario scolastico regionale per l'a.s. 2024-2025 Saranno 204 i giorni scolastici per le scuole dalle primarie in su. Inizio fissato per il 16 settembre
Agli studenti del "De Amicis" di Bisceglie saranno consegnate delle borracce Agli studenti del "De Amicis" di Bisceglie saranno consegnate delle borracce In oltre 650 famiglie si risparmierà almeno una bottiglietta di plastica al giorno per un anno
Consegnati i lavori per una nuova scuola in corso Dottor Sergio Cosmai Consegnati i lavori per una nuova scuola in corso Dottor Sergio Cosmai Il Sindaco Angarano: «È una nostra priorità dare ai più piccoli e ai ragazzi ambienti scolastici sempre più moderni, accoglienti e funzionali»
Sostegno all'istruzione: l'ente bilaterale Bari-Bat a sostegno delle famiglie lavoratrici Sostegno all'istruzione: l'ente bilaterale Bari-Bat a sostegno delle famiglie lavoratrici L'iniziativa si colloca all'interno di un quadro più ampio di supporto alle famiglie in contrasto all'aumento dell'inflazione
Avvio anno scolastico 2023/2024: a Bisceglie si comincia l'11 settembre Avvio anno scolastico 2023/2024: a Bisceglie si comincia l'11 settembre Leggero anticipo rispetto al calendario regionale. Primo ponte quello dell'Immacolata.
La Bat tra le province meno istruite d'Italia La Bat tra le province meno istruite d'Italia Dati preoccupanti elaborati dal Sole 24 Ore. A Bisceglie il 6% della popolazione non possiede alcun titolo di studio
"I sognalibri", assegnate le borse di studio "I sognalibri", assegnate le borse di studio Tre studentesse potranno partecipare alla summer school della Luiss
L'istituto "Sergio Cosmai" a Siviglia con un progetto Erasmus L'istituto "Sergio Cosmai" a Siviglia con un progetto Erasmus Una settimana di formazione per alcuni docenti della scuola biscegliese
© 2001-2024 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.