L'iniziativa #ioleggoperché all'interno di un esercizio commerciale biscegliese
L'iniziativa #ioleggoperché all'interno di un esercizio commerciale biscegliese
Cultura

Conclusa l'iniziativa #ioleggoperché con l'istituto "Cosmai" in prima linea

L'obiettivo è accrescere la dotazione di volumi all'interno della biblioteca scolastica

Si è conclusa anche a Bisceglie l'iniziativa #ioleggoperché, promossa dall'Associazione italiana editori (Aie) con l'obiettivo di sensibilizzare le comunità a contribuire, attraverso donazioni, all'incremento dei volumi contenuti nelle biblioteche scolastiche.

Sarà possibile, fino a domenica 28 ottobre, recarsi nelle librerie convenzionate, scegliere un libro, acquistarlo e donarlo a una delle scuole "gemellate". Nel mese di febbraio 2019 gli editori doneranno agli istituti un numero di libri pari a quello dei volumi venduti nel periodo.

L'istituto professionale "Sergio Cosmai" di Bisceglie ha partecipato a #ioleggoperché per il secondo anno consecutivo, allo scopo di accrescere la dotazione di volumi all'interno della piccola ma significativa biblioteca scolastica aperta a seguito dell'adesione all'evento. La necessità di donazioni ha spinto i referenti della scuola ad aprire il contest "In ascolto - #ioleggoperché2018", cui hanno partecipato alcuni commercianti di via Aldo Moro, via XXIV maggio e piazza Vittorio Emanuele II, ospitando nel pomeriggio di sabato 27 ottobre, tra le ore 18:30 e le 20:00, brevi letture ad alta voce compiute da alcuni alunni dell'istituto. I biscegliesi impegnati nello shopping del sabato sera hanno gradito l'iniziativa e aderito donando libri.

Tutti i negozianti coinvolti nell'iniziativa hanno accettato non solo di accogliere ma anche di sostenere la scuola in prima persona con le loro donazioni.

«Riscoprire, attorno alla nostra scuola e alla nostra iniziativa, una comunità che ci ha avuto voglia di sostenerci con entusiasmo e generosità sorprendenti è un'esperienza emozionante, profonda. Una storia di unione in una città che non di rado appare divisa e litigiosa. La nostra biblioteca deve molto, oggi, a questa comunità. Forse perché in fondo, senza biblioteche, alle comunità manca un po' di anima, e tutti noi ne siamo consapevoli» ha commentato la professoressa Grazia Amoruso, referente di #ioleggoperché presso l'istituto "Sergio Cosmai".
  • istituto "sergio Cosmai"
Altri contenuti a tema
Un incontro con gli studenti riguardo la legge sul "fine vita" Un incontro con gli studenti riguardo la legge sul "fine vita" Evento nell'auditorium dell'istituto "Sergio Cosmai" a 10 anni dalla morte di Eluana Englaro
Due percorsi sperimentali Irsea con gli studenti dell'istituto "Sergio Cosmai" Due percorsi sperimentali Irsea con gli studenti dell'istituto "Sergio Cosmai" Interventi relativi alla qualifica di operatore socio sanitario
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.