Conferenza stampa delle minoranze
Conferenza stampa delle minoranze
Politica

L'opposizione all'attacco frontale sulla questione rifiuti

Spina, Russo, Napoletano, Amendolagine e Capurso: «Stanchi dei ritardi sull'accesso agli atti, preoccupati per le troppe problematiche che emergono dall'espletamento del servizio»

Un'iniziativa inusuale e dalla portata significativa. I rappresentanti di gran parte delle forze di minoranza hanno convocato a stretto giro una conferenza stampa per manifestare tutta la loro esecrazione riguardo l'andamento del servizio di igiene urbana a Bisceglie. Giovedì 10 ottobre, nel pomeriggio, Francesco Spina, Franco Napoletano, Alfonso Russo, Enzo Amendolagine ed Enrico Capurso (era presente anche Giorgia Preziosa), hanno tracciato - con evidente preoccupazione - un quadro allarmante a proposito della raccolta dei rifiuti sul territorio comunale, le procedure di assegnazione della gara-ponte e diversi altri aspetti.

Francesco Spina ha stigmatizzato la «sequela ininterrotta di proroghe e trattative private sull'igiene urbana, a periodi peraltro molto brevi» facendo l'esempio delle ultime due, rispettivamente della durata di sei mesi e di un mese. Secondo l'ex sindaco, al momento, il servizio non godrebbe «di alcun sostegno giuridico» in quanto il nuovo ordine emesso dal dirigente competente modificherebbe «termini e condizioni del capitolato d'appalto originario.

«L'1% ribasso offerto dall'unica azienda partecipante è sproporzionato, se si considera che il valore dell'appalto è quasi dimezzato» ha aggiunto l'ex primo cittadino, rimarcando il fatto che «l'iniziale graduatoria con 5 imprese in lizza è stata dissipata». Spina ha lamentato «difficoltà nell'acquisire gli atti», raccontando anche quanto accaduto nella mattinata di giovedì - probabilmente alla base della decisione collegiale di convocare i giornalisti poche ore più tardi in sala capigruppo -: «Ci siamo recati qui in comune per chiedere novità ma il sindaco era assente, il suo capo di gabinetto anche, il segretario generale pure... Solo la buona volontà di un funzionario dell'ufficio tecnico ci ha consentito di rivolgere domande e ottenere qualche risposta». Criticità emerse anche on line: «Il sito del comune non riporta nulla sugli atti delle gare» ha rilevato.

Quindi, un'osservazione di natura tecnica: «Il dirigente è stato costretto a fare un ordine di servizio malgrado l'atto non fosse ancora preparato: non so in quale forma il Consorzio Ambiente 2.0 possa essere pagato - e con esso i suoi dipendenti - per le prestazioni inerenti il mese di ottobre dato che non è ancora stato sottoscritto un contratto» ha concluso Spina.

«Abbiamo trovato un comune deserto questa mattina» è la desolata considerazione iniziale di Alfonso Russo. «Ho l'impressione che questa gara possa produrre effetti devastanti per la città e a quanto pare non sono l'unico a pensarla così. La maniera migliore per alzare l'attenzione dei biscegliesi su quanto sta succedendo era chiedere l'intervento della stampa» ha spiegato.

«La minoranza è sempre attenta e vigile, al servizio esclusivo della città e guarda con preoccupazione questo declino che pare lento e irreversibile. Mi auguro che la nostra presa di posizione non sia strumentalizzata, perché siamo davvero stanchi di questa situazione».

Enzo Amendolagine ha ricordato il recente passaggio sulla questione in consiglio comunale: «Ho chiesto al sindaco, lo scorso 30 settembre, quale fosse la situazione. Non ho ricevuto risposta». Quanto alla gara-ponte, l'esponente pentastellato è categorico: «A tutt'oggi non esiste una pezza d'appoggio che ci possa far comprendere quale sia l'azienda che gestisce il servizio al momento. Un'impresa ritenuta non idonea nel capitolato di Bisceglie sta espletando il servizio in un comune, Noicattaro, che ha appena raggiunto l'80% di raccolta differenziata. Vorremmo capire come stanno le cose, perché ci sembra di vivere un paradosso».

Sulla stessa lunghezza d'onda, per quanto riguarda il trattamento ricevuto dagli uffici, anche Enrico Capurso: «Gli atti ci vengono consegnati con ritardi inaccettabili e non è accaduto una volta sola» ha commentato il consigliere del gruppo Pci-Il faro. «Pende, fra l'altro, un ricorso presentato da Sangalli che, se accolto, graverebbe pesantemente sulle casse comunali» ha aggiunto.

«Le promesse risalenti alla campagna elettorale sono state disattese: le isole ecologiche, l'obiettivo del 70% di raccolta differenziata» ha evidenziato Capurso. «Tutte le nostre proposte in consiglio sono state respinte mentre la città è caratterizzata da cumuli quando non da roghi di rifiuti, purtroppo».

Perentorio e senza mezzi termini, come di consueto, un altro sindaco del passato, Franco Napoletano: «È arrivato il momento di dire basta. Il rapporto fra comune e gestore del servizio suscita sconcerto e ritengo necessario un approfondimento giuridico sulle procedure seguite, come nel caso del milione di euro riconosciuto all'azienda con lo strumento del debito fuori bilancio in un "impeto di generosità"».

L'esponente politico di lungo corso ha osservato: «L'aggiudicazione della gara, secondo i pochi atti in nostro possesso, sarebbe avvenuta nonostante le azioni dell'unica azienda partecipante "non fossero allineate del tutto al capitolato" e questo potrebbe portare a una discussione continua col gestore».

Quanto all'amministrazione, il suo giudizio è severo: «Ma con chi possiamo confrontarci? Qui non c'è mai nessuno. In consiglio comunale interrogo il morto... e il morto ovviamente non risponde» ha ironizzato Napoletano. «È sufficiente avvicinarsi a via Stoccolma per rendersi conto della puzza: forse i rifiuti si raccolgono e si lasciano all'interno dei mezzi per troppo tempo prima essere conferiti in discarica. Fenomeno incendi: siamo sicuri sia tutto e solo vandalismo? Il rogo dei rifiuti, è un dato di fatto, riduce la quantità dell'indifferenziato. Bisognerebbe far luce su questi accadimenti».
  • Francesco Spina
  • Franco Napoletano
  • Alfonso Russo
  • Enzo Amendolagine
  • Enrico Capurso
  • servizio igiene urbana Bisceglie
  • raccolta rifiuti Bisceglie
Altri contenuti a tema
Nelmodogiusto: «Ecco perché bisogna sospendere l'installazione e la sperimentazione 5G a Bisceglie» Nelmodogiusto: «Ecco perché bisogna sospendere l'installazione e la sperimentazione 5G a Bisceglie» Il movimento chiede a sindaco e amministrazione di esprimersi sul tema
L'allarme di Spina: «Angarano pronto a cancellare la Green Card e aumentare la Tari?» L'allarme di Spina: «Angarano pronto a cancellare la Green Card e aumentare la Tari?» L'ex sindaco: «Termine ultimo per le variazioni di bilancio è il 30 novembre, a quel punto capiremo se i soldi saranno sufficienti»
Spina: «Angarano e Consiglio hanno snobbato il 4 novembre» Spina: «Angarano e Consiglio hanno snobbato il 4 novembre» L'ex primo cittadino: «Sindaco e vicesindaco hanno dato uno schiaffo alla comunità»
Spina: «Bisceglie ormai retrocessa nella cultura» Spina: «Bisceglie ormai retrocessa nella cultura» L'ex sindaco: «Scelta scellerata quella di chiudere il Garibaldi»
Tre consiglieri di opposizione lasciano la commissione sicurezza per protesta Tre consiglieri di opposizione lasciano la commissione sicurezza per protesta Amendolagine, Capurso e Russo: «Inutile e improduttivo restarci se non si dà seguito a quello che si decide»
Spina furibondo: «Due soli consiglieri di maggioranza presenti al question time» Spina furibondo: «Due soli consiglieri di maggioranza presenti al question time» «Se non si percepisce il gettone di presenza o non c'è un'utilità individuale la svolta se ne frega dell'interesse dei cittadini»
Spina: «Si accorgono adesso del parcheggio nell'ex scalo merci?» Spina: «Si accorgono adesso del parcheggio nell'ex scalo merci?» L'ex sindaco è irritato: «Quest'amministrazione prende in giro tutto e tutti»
Spina chiede la modifica del Documento strategico del commercio Spina chiede la modifica del Documento strategico del commercio «Cancellare il paragrafo riguardante la superficie minima di 50 metri quadri per le nuove attività»
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.