Gli stupefacenti e il denaro contante ritenuto provento dello spaccio
Gli stupefacenti e il denaro contante ritenuto provento dello spaccio
Cronaca

Un biscegliese e un ucraino in manette per spaccio di droga

Ulteriori dettagli sull'operazione dei Carabinieri in via Giuseppe Di Vittorio

Come anticipato nei giorni scorsi da BisceglieViva, i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie hanno tratto in arresto il 21enne di origine ucraine P. M. G. e il 29enne biscegliese D. P. M., ritenuti responsabili di concorso in detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I militari dell'Arma, nel corso di uno specifico servizio antidroga eseguito nel quartiere San Pietro, zona della città particolarmente esposta al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato un giovane, poi identificato nel 21enne, muoversi con atteggiamento sospetto nei pressi di un palazzo ubicato in via Giuseppe Di Vittorio. Il giovane, resosi conto della presenza dei Carabinieri, ha tentato di scappare, buttando a terra un involucro. I componenti della pattuglia, nell'immediatezza, sono riusciti a bloccarlo, provvedendo poi a recuperare a terra una confezione in cellophane, con all'interno sostanza stupefacente del tipo eroina per un peso complessivo di circa 5 grammi. I militari hanno quindi proceduto alla perquisizione personale del 21enne, nel corso della quale hanno rinvenuto, all'interno di un marsupio, la somma di circa 500 euro, ritenuta il provento dell'illecita attività di spaccio, nonché un mazzo di chiavi di un'abitazione che ha subito attirato la loro attenzione.

Gli operanti, non lasciando nulla al caso e dopo alcune verifiche, sono riusciti a risalire ad un appartamento al primo piano di un immobile in uso a D.P.M., 29enne di Bisceglie. Immediata la decisione di eseguire una perquisizione, che ha consentito di rinvenire, in cucina, materiale per il confezionamento dello stupefacente e tre bilancini di precisione e, in un cassetto, sostanza da taglio e bigliettini manoscritti con annotati debiti in denaro di vari acquirenti, oltre alla somma di 500 euro, ritenuta il provento dello spaccio.

Sempre all'interno dell'appartamento è stata riscontrata la presenza di un sistema di videosorveglianza finalizzato a monitorare l'intera strada e l'eventuale accesso di sgradite visite delle forze dell'ordine. Gli elementi probatori e di collegamento tra D.P.M. e P.M.G. hanno così portato i Carabinieri ad appurare la complicità di entrambi nell'illecita attività di spaccio ed a procedere al loro arresto. Gli stupefacenti, il denaro contante e il sistema di videosorveglianza sono stati sottoposti a sequestro. I due giovani, su disposizione dell'Autorità Giudiziaria competente, sono stati condotti presso la Casa Circondariale di Trani in attesa di giudizio.
  • Carabinieri Bisceglie
Altri contenuti a tema
Trambusto in via Pietro Micca per un uomo in escandescenze Trambusto in via Pietro Micca per un uomo in escandescenze Intervento di Polizia Locale e Vigili del fuoco. Contuso un Commissario della P.L.
44enne biscegliese arrestato per maltrattamenti e minacce alla madre 44enne biscegliese arrestato per maltrattamenti e minacce alla madre Intervento eseguito dai Carabinieri nella notte fra giovedì e venerdì
1 Bambino smarrito in via Imbriani: intervento di Polizia Locale e Carabinieri Bambino smarrito in via Imbriani: intervento di Polizia Locale e Carabinieri Le ricerche, scattate immediatamente, hanno permesso il ritrovamento del piccolo dopo trenta minuti
Un agguato in piena regola Un agguato in piena regola Obiettivo del colpo d'arma da fuoco esploso in via Amando Vescovo il figlio dell'uomo assassinato lo scorso 8 agosto
Auto in fiamme sulla statale 16 bis Auto in fiamme sulla statale 16 bis Intervento di Vigili del fuoco e Carabinieri
Scippatore seriale in azione a Bisceglie Scippatore seriale in azione a Bisceglie Diverse le segnalazioni e le denunce presentate presso le forze dell'ordine
Tre biscegliesi coinvolti nella maxi operazione dei Ros di Bari Tre biscegliesi coinvolti nella maxi operazione dei Ros di Bari Eseguite 104 ordinanze di custodia cautelare in carcere
Aggredito un giovane andriese in un locale di Bisceglie: indagano i carabinieri Aggredito un giovane andriese in un locale di Bisceglie: indagano i carabinieri Per lui 15 giorni di prognosi: la violenza sarebbe avvenuta intorno alle ore 2:30 di sabato 2 giugno
© 2001-2018 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.