Peppiniello
Peppiniello
Buongiorno

Il Pd di Bisceglie come Peppiniello di "Miseria e nobiltà"

Le primarie un'occasione per rivedere tutte insieme le contraddizioni interne ai dem

Cos'è il Partito Democratico di Bisceglie? Qual è la sua identità locale? In che direzione intende muoversi sul piano politico-amministrativo? Che linea assume rispetto all'attuale assetto istituzionale, al sindaco, alla giunta e alla maggioranza che guida la città?

Soprattutto: a chi bisognerebbe domandarlo?

Gli interrogativi - che certo non impediscono ai biscegliesi di conciliare il sonno - riemergono inevitabilmente a distanza di 12 mesi dalle elezioni politiche e di 9-10 dalle comunali, vinte da uno che il Pd lo ha fondato, fuggendone a gambe levate in seguito al maxi-tesseramento di Francesco Spina e dei suoi "cari". Domenica 3 marzo, alle primarie, hanno partecipato un po' tutti. L'ex primo cittadino, il parlamentare Francesco Boccia, un assessore della giunta Angarano (che pare non sia più interessato alle suggestioni delle formazioni a sinistra del Partito Democratico), il consigliere Mauro Lorusso, vicesegretario cittadino uscente, il collega "intergruppista" Gigi Di Tullio e un altro esponente di opposizione, il già sindaco facente funzioni Vittorio Fata. E tanti altri ancora.

Il Pd di Bisceglie è un po' come il piccolo Peppiniello di "Miseria e nobiltà". Quando Gaetano Semmolone ascolta Felice Sciosciammocca dire a Bettina «Quant'è bello questo figlio mio», il cuoco arricchito (e un po' ingenuo) si rivolge al maggiordomo Vincenzo che aveva fatto assumere il bambino in casa sua facendo credere tutt'altro al padrone dicendogli: «Ma si può sapere di chi è figlio questo Peppiniello?». A quel punto, il sottoposto sfodera un colpo di genio: «Nostro, un po' di tutti...».

Ecco, il Pd di Bisceglie è l'indiscusso protagonista delle geometrie variabili della politica locale: di tutti e di nessuno, secondo convenienza. Perché la sconfitta è orfana, ma in questa città ancora di più. Le elezioni europee si avvicinano, il disorientamento di quello che dovrebbe essere il centrosinistra cittadino è palpabile ma non mancheranno coloro che, in extremis, cercheranno di accreditarsi improvvisati capibastone al grido di «Vincenzo mi è padre a me». Buon divertimento.
  • Partito Democratico
  • Partito Democratico Bisceglie
Altri contenuti a tema
Boccia: «Casaleggio come Berlusconi, il conflitto d'interessi riguarda anche chi controlla i dati sul web» Boccia: «Casaleggio come Berlusconi, il conflitto d'interessi riguarda anche chi controlla i dati sul web» Il parlamentare biscegliese: «La proposta del Pd è stata depositata, vedremo se i 5 Stelle avranno il coraggio di approvarla»
Iniziativa elettorale Pd con Francesco Boccia a Barletta Iniziativa elettorale Pd con Francesco Boccia a Barletta Il parlamentare biscegliese parteciperà a un evento giovedì 16
Il Partito Democratico ricorda Aldo Moro a 41 anni dalla scomparsa Il Partito Democratico ricorda Aldo Moro a 41 anni dalla scomparsa «Vogliamo indicarlo alle future generazioni come esempio di rigore morale e politico»
Elezioni europee, tour di Andrea Cozzolino (Pd) nel territorio Elezioni europee, tour di Andrea Cozzolino (Pd) nel territorio L'eurodeputato uscente ha partecipato a un evento alla presenza dell'ex sindaco di Bisceglie Francesco Spina
1 Bartolo Sasso: «L'eredità del 25 aprile» Bartolo Sasso: «L'eredità del 25 aprile» Intervento del biscegliese, componente dell'assemblea nazionale del Partito Democratico
1 Europee, la lista del Partito Democratico per il sud Europee, la lista del Partito Democratico per il sud Nell'elenco l'uscente Elena Gentile, di origini biscegliesi
Boccia: «Centrosinistra unito argine alla destra di Salvini» Boccia: «Centrosinistra unito argine alla destra di Salvini» Il deputato del Pd ha criticato il Def presentato nei giorni scorsi in Parlamento
1 Bersani racconta perché "C'era una volta la sinistra". O forse c'è ancora Bersani racconta perché "C'era una volta la sinistra". O forse c'è ancora Vecchie Segherie Mastrototaro stracolme per il confronto col presidente di Articolo 1, il deputato dem Francesco Boccia e i giornalisti Padellaro e Truzzi
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.