Fiori
Fiori
Le ragnatele di Ersilia

La Pasqua che vorrei

Rubrica di cultura e società

Esiste una Pasqua dentro di noi che ha bisogno di venir fuori. Un'esigenza del corpo e dello spirito che si rinnova ogni anno come accade a tutte le cose del creato.
Anche la sofferenza è indispensabile e segue una ciclicità.
È il ritmo della vita che ci impone di fermarci e riflettere ed anche di cadere. E quando cadi, come cade Cristo con la Croce, senti il peso di una umanità che ha peccato e si redime e poi torna a vedere il sereno.
Cristo risorge sempre e la Pasqua ha il profumo inebriante dei fiori appena colti. Come il profumo delle fresie e dei sepolcri adagiati nelle chiese che si preparano alla festa.
Non può esserci una Pasqua senza il digiuno e un percorso di sofferenza.
La Pasqua è metafora dell'esistenza, segue passo passo il nostro atto di dolore.

I riti della Settimana Santa sono necessari tanto quanto una preghiera. E se il rito manca, mancherà la voglia di stare con gli altri.
Le cose le apprezzi quando vengono a mancare. E, quest'anno, un'altra Pasqua se ne andrà senza quelle cose a noi care.

La Pasqua che vorrei ha il profumo delle ciambelle e scarcelle ricoperte di zucchero, confetti colorati e uova sode, che un tempo venivano donate alle fidanzate.
Ma non solo! La Pasqua sono i ragazzi che inondano le strade di palme e ramoscelli di ulivo e vengono a bussare alla tua porta la domenica mattina con un paniere stracolmo.
E ancora: la Pasqua è il dondolio delle statue di Cristo e della Madonna che, lente, con un ritmo cadenzato, come il lamento delle prefiche, percorrono le strade dall'alba al tramonto prima di tornare ad abitare le teche di vetro.
La Pasqua è il vestito nuovo, o perlomeno lo era un tempo, quel vestito tanto desiderato che mamma teneva pronto per la festa e potevi indossare soltanto la domenica. Come un premio dopo una lunga attesa.

La Pasqua è la musica di banda che accompagna le processioni e ci strugge fino all'estasi più pura.
La Pasqua è Maria addolorata, vestita di nero, che raggiunge Gesù al calvario, gli si avvicina piano piano e da a suo figlio il bacio più bello del mondo e resta immobile, quasi a sussurrargli tutto il suo amore.
La Pasqua sono le campane che chiamano a raccolta i bambini che escono di casa con tanta fretta perché il mondo è lì fuori e non dentro. Quel mondo che oggi aspetta, paziente, un nostro ritorno. Come il ritorno in patria di un soldato che esce allo scoperto e non ha più paura di essere preso dal nemico.
  • settimana santa
  • Pasqua
  • Settimana Santa Bisceglie
Altri contenuti a tema
Controlli incessanti dei Carabinieri nella Bat durante le festività pasquali Controlli incessanti dei Carabinieri nella Bat durante le festività pasquali 72 persone identificate per inosservanza delle norme anti-Covid
Il Rotary Club consegna pasti alle famiglie biscegliesi in difficoltà Il Rotary Club consegna pasti alle famiglie biscegliesi in difficoltà Successo per l'iniziativa promossa nel giorno di Pasqua. Pedone: «Aiuto concreto nell'attuale crisi»
Cartolina pasquale di Poste italiane disponibile anche a Bisceglie Cartolina pasquale di Poste italiane disponibile anche a Bisceglie Resterà in vendita fino a martedì 6 aprile
Controlli dei Carabinieri sul territorio anche a Pasqua Controlli dei Carabinieri sul territorio anche a Pasqua Le verifiche proseguiranno anche a Pasquetta
«Una comunione fondata sulla fede in Gesù crocifisso e risorto» «Una comunione fondata sulla fede in Gesù crocifisso e risorto» L'omelia pasquale dell'Arcivescovo D'Ascenzo
Rotary Club: «Insieme per una Pasqua di solidarietà» Rotary Club: «Insieme per una Pasqua di solidarietà» Service destinato al supporto delle famiglie biscegliesi in difficoltà
Pasqua e Pasquetta, ecco le misure in vigore Pasqua e Pasquetta, ecco le misure in vigore Tutta l'Italia in zona rossa: ulteriori restrizioni in Puglia per effetto dell'ordinanza del governatore Emiliano
Pasqua e Pasquetta, Energetikambiente conferma la raccolta dei rifiuti Pasqua e Pasquetta, Energetikambiente conferma la raccolta dei rifiuti Chiusi i centri di via Padre Kolbe e Carrara Salsello e l'infopoint di via Stoccolma
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.