Stefania D'Addato
Stefania D'Addato
Le ragnatele di Ersilia

Maggio se ne va

Rubrica di cultura e società

Maggio è il mese delle rose, delle mamme e della speranza. Il mese dei profumi intensi che esplodono a più non posso.
Chi nasce a maggio, come mio figlio, ha la gioia nel cuore, la luce calda del sole a mezzogiorno, la brezza lieve del mare calmo, la voglia di sentire quanto è bello nascere ancora una volta.

Maggio dovrebbe durare più a lungo, più di un mese qualsiasi; è la via di mezzo tra il grigio intenso delle giornate d'autunno e il rosso incandescente dei pomeriggi d'agosto quando il sudore ti toglie il sonno e anche il respiro.

Le rose sbocciano a maggio. Avete mai visto un giardino di rose? Io sì, ne ho visto uno bellissimo, antico, circondato da muri di pietra che proteggono i petali dal vento che viene dal mare. È un giardino fatto per pensare e farsi coccolare quando tutt'intorno è solo un fastidioso rumore che martella la mente e non ti fa dormire. Le cose belle, che danno emozioni, vanno racchiuse e preservate ed è per questo che sono nati i giardini privati, musei della natura dove custodire il fiore più bello da donare con amore.

In quel giardino c'è un'anfora di terracotta di colore nero, molto grande, che sembra contenere il segreto di tanta bellezza, testimonia un tempo lontano, un passato che non si è perduto e che emana ancora fragranze che sanno di terra e di mare.
Questo giardino ha un cancello e quando lo apri ti sembra di entrare in una chiesa e, come accade nei luoghi di preghiera, osservi il silenzio e ti siedi su di una panca e porti rispetto per tutto il tempo.

Quest'anno i giardini di maggio sono carichi di speranza e sono addobbati a festa perché hanno atteso tanto il risveglio dopo che il tempo aveva sospeso le sue fatiche.
«Maggio se ne va, avanz 'o pede» dice una canzone. Non voltarti, cammina e fai presto perché c'è tanto da fare ed è inutile affannarsi e pensare al peggio. Fai presto, non fermarti!
  • Stefania D'Addato
Altri contenuti a tema
Pasolini. Perché celebrarlo oggi Pasolini. Perché celebrarlo oggi Sul dialetto e oltre
«Parliamo d'amore per combattere la violenza di genere» «Parliamo d'amore per combattere la violenza di genere» Incontro organizzato da "La città possibile" al teatro don Luigi Sturzo
Omaggio ad Astor Piazzolla al Parco delle Beatitudini Omaggio ad Astor Piazzolla al Parco delle Beatitudini Evento promosso da "La città possibile" e ideato dalla Nuova Accademia Orfeo
Nuova Accademia Orfeo aderisce a "La città possibile" Nuova Accademia Orfeo aderisce a "La città possibile" Ulteriore ingresso nell'ambizioso progetto di rinnovamento culturale
Dolci come lo zucchero Dolci come lo zucchero Rubrica di cultura e società
«Cinque giornate che non dimenticheremo» «Cinque giornate che non dimenticheremo» Stefania D'Addato: «"La città possibile" ha dato voce a poeti, filosofi, artisti musicisti e storici regalando intense emozioni»
Festa della cultura, grande partecipazione alla prima serata Festa della cultura, grande partecipazione alla prima serata Mercoledì conferenza su Pompeo Sarnelli
Michele Cucuzza ospite de "La città possibile" Michele Cucuzza ospite de "La città possibile" Il popolare giornalista presenterà la sua ultima fatica letteraria nella cornice di Villa Consiglio
© 2001-2022 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.