Antonio Belsito
Antonio Belsito
Politica

Elezioni, per il centrosinistra spunta un outsider: Antonio Belsito

Indiscrezioni sempre più insistenti sulla possibile candidatura a sindaco dello stimato avvocato biscegliese

Confronto serrato, nel Partito Democratico e in alcune aree riconducibili a ciò che resta di un centrosinistra biscegliese che più lacerato non si può, per la definizione di una strategia quanto condivisibile e larga a meno di sessanta giorni dal primo turno delle elezioni amministrative fissate per il prossimo 10 giugno. Malgrado il supplemento di tempo concesso alle varie anime belle dalla decisione del ministero degli interni di posticipare l'appuntamento con le comunali una sintesi sembra decisamente complicata.

La partita è stata finora caratterizzata da una serie di prese di posizione: la candidatura di Franco Napoletano, pronto a correre per la settima volta su otto nella storia delle competizioni col sistema maggioritario (l'unica eccezione nel 2006 quando fu candidato, poi eletto, alla Camera dei deputati, restando comunque consigliere comunale), sul quale un altro ex primo cittadino, Francesco Spina, ha messo il cappello, almeno in un primo momento, senza alcuna esitazione, anche al costo di una clamorosa rottura con Vittorio Fata, suo successore alla guida dell'amministrazione e per oltre quattro anni vicesindaco. Come uscire dal guado?

Rumors sempre più insistenti nelle ultime ore sembrerebbero condurre alcune delle parti coinvolte nella discussione a considerare con particolare favore la candidatura dell'avvocato Antonio Belsito. Il giuslavorista biscegliese, professionista apprezzato a livello nazionale, è già stato impegnato attivamente in politica negli anni '90, quando si presentò per ben due volte al giudizio degli elettori. Nel 1995 Belsito, candidato sindaco sostenuto dal Pds, oltre che dalle liste civiche Democrazia e Solidarietà e Insieme per Bisceglie, ottenne il 18.43% risultando escluso (come del resto Napoletano) dal ballottaggio Del Monaco-Lorusso mentre nel 1998, dopo aver saltato l'appuntamento del '96, guidò una coalizione di quattro liste: il Ppi, Rinnovamento Italiano (nelle cui fila risultò eletto Gianni Casella dopo la rottura con Le Torri di Biagio Lorusso) più le civiche Democrazia e Solidarietà e Ambientalisti. Risultato: oltre 6000 voti pari al 19.2%.

La figura di tutto rispetto di Antonio Belsito potrebbe ricompattare un Partito Democratico disunito e alla ricerca dell'identità perduta tra le fughe in avanti di un Francesco Spina che i meglio informati ritengono addirittura disposto a rivedere le sue granitiche convinzioni in merito alla candidatura di Franco Napoletano, le legittime rimostranze di Vittorio Fata, apertamente sostenuto dal parlamentare biscegliese Francesco Boccia e gli auspici unitari dei pontieri del gruppo "Il Pd che vogliamo", cui è destinato l'arduo compito di mediare tra sensibilità troppo distanti fra loro. Il tempo trascorre inesorabile: mentre le altre coalizioni procedono speditamente alla composizione delle liste e presentano diversi punti programmatici, il centrosinistra a Bisceglie continua a brancolare nel buio.
  • Francesco Spina
  • Partito Democratico
  • Vittorio Fata
  • Franco Napoletano
  • Elezioni amministrative
  • centrosinistra
  • Antonio Belsito
Altri contenuti a tema
Ferrante non le manda a dire a Boccia: «Su Trani sappiamo decidere senza la sua stucchevole interferenza» Ferrante non le manda a dire a Boccia: «Su Trani sappiamo decidere senza la sua stucchevole interferenza» Il presidente del consiglio comunale tranese replica all'intervista del parlamentare a Bisceglieviva: «Il mio sostegno a Bottaro è continuo e non a intermittenza come quello di altri»
Spina: «Boccia novella "Penelope" in attesa che torni "Ulisse" Naglieri» Spina: «Boccia novella "Penelope" in attesa che torni "Ulisse" Naglieri» L'ex sindaco: «Siamo impazziti noi o è pazzesca la sua idea di chiedere un assessorato per entrare in un'amministrazione di centrodestra?»
1 Intervista esclusiva a Francesco Boccia: «Ecco perché il Pd deve uscire subito dall'ambiguità su Bisceglie e Barletta» Intervista esclusiva a Francesco Boccia: «Ecco perché il Pd deve uscire subito dall'ambiguità su Bisceglie e Barletta» Il parlamentare dem a BisceglieViva: «Ho aperto il dibattito senza imporre scelte. Ma è tempo di decidere»
Fabrizio Ferrante: «Caro Boccia, il Pd dovrebbe cercare di vincere le elezioni, non fare accordi dopo» Fabrizio Ferrante: «Caro Boccia, il Pd dovrebbe cercare di vincere le elezioni, non fare accordi dopo» Il presidente del consiglio comunale di Trani al deputato biscegliese: «Non aver presentato il simbolo alle amministrative è un prezzo che stiamo pagando ancora»
Spina rimbrotta Naglieri: «Chieda scusa per quanto accaduto in consiglio» Spina rimbrotta Naglieri: «Chieda scusa per quanto accaduto in consiglio» L'ex sindaco: «Deplorevole l'attacco subìto da me e dal presidente Casella»
Ambizioni politiche, polemiche social e sgarbi consiliari Ambizioni politiche, polemiche social e sgarbi consiliari I panni sporchi dell'amministrazione si lavano su facebook
Spina respinge l'ipotesi di Boccia: «Nessun dialogo con l'amministrazione Angarano» Spina respinge l'ipotesi di Boccia: «Nessun dialogo con l'amministrazione Angarano» Reazione perentoria dell'ex sindaco: «Si metta da parte la voglia di qualche poltrona assessorile»
Boccia al Pd: «Sciogliamo il nodo del rapporto con Angarano prima delle europee» Boccia al Pd: «Sciogliamo il nodo del rapporto con Angarano prima delle europee» Il commento del parlamentare biscegliese a margine dell'assemblea provinciale dem
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.