L'uscita dal campo dei calciatori nerazzurri. <span>Foto Sara Angiolino</span>
L'uscita dal campo dei calciatori nerazzurri. Foto Sara Angiolino
Buongiorno

Dall'opportunità allo strazio

Spenti i riflettori sul derby, resta la sconfortante situazione societaria

Non ho visto Bisceglie-Bari e a proposito della partita, per quanto ci sia davvero poco da commentare, mi preme rimarcare che attendersi un risultato differente non sarebbe stato né ragionevole né realistico. È pur vero che lo sport e il calcio a volte regalano favole emozionanti, imprese apparentemente impossibili, ma in un certo senso quel tipo di epilogo da film bisogna anche "andarselo a cercare". Purtroppo non è il caso del Bisceglie di questa stagione e soprattutto di queste ultime settimane.

Tutti quanti conosciamo - perché le voci circolano, specie quando non sono particolarmente edificanti - la situazione contingente nella quale squadra e staff tecnico nerazzurri hanno vissuto la preparazione e l'avvicinamento a questa partita. Risparmierò ai lettori la mia opinione riguardo pranzi, cene, merende, spostamenti, pernotti e altri elementi che non possono e non devono mai essere considerati dei dettagli nel caso di uomini che fanno sport per professione e hanno bisogno di certezze, organizzazione, serenità. Non devo convincere nessuno di nulla: i fatti sono fatti.

La limitata consistenza tecnica, tattica e fisica della squadra, presa nel complesso, è la ragione per cui ci sarebbe da chiedersi che senso abbia avuto mandar via Rudy Vanoli e ingaggiare Sandro Pochesci, al quale, pur concedendo ogni beneficio del dubbio, non è possibile chiedere di tramutare un team caratterizzato da gravi lacune in una formazione all'altezza della situazione, dato che pare evidente che la voglia di rafforzare questo organico sia sottozero come le notti di gennaio in Siberia. E infatti, nelle ore successive al derby, si sono susseguite le voci di un ulteriore cambio: la squadra dovrebbe essere guidata dal tecnico della Berretti Gianfranco Mancini.

Bisceglie-Bari avrebbe dovuto rappresentare un momento storico non soltanto per il blasone e le statistiche: quello che è successo sembra aver fatto passare la voglia di esserci a diversi tifosi nerazzurri e persino agli occasionali (coloro che seguono poco o per niente una squadra ma si presentano allo stadio solo in circostanze particolari), dato che il "Gustavo Ventura" è stato gremito soprattutto dai sostenitori biancorossi.

Spenti i riflettori su un evento che ha perduto fascino col passare dei giorni al punto da non far registrare il tutto esaurito (questa è la vera notizia), per il Bisceglie si aprirà una fase ancora più nebulosa. Martedì 12 novembre la parte biscegliese della dirigenza stellata si esprimerà nel corso di una conferenza stampa convocata per le 18 al Nicotel: la rottura totale e definitiva con Nicola Canonico non è solo un'ipotesi, anzi.

Perché a questo punto diventa legittimo, da parte di chi ha sostenuto lo sforzo economico del proprietario, rivendicare i sacrifici personali compiuti (innegabili). E assume vigore l'opinione, sempre più diffusa tra gli appassionati, che Parigi non valga bene una Messa: «Meglio nelle serie inferiori ma con un assetto societario locale e stabile» è la sintesi. La Serie C, in questo clima generale di scoramento, con un patron evidentemente non gradito alla stragrande maggioranza dei sostenitori della squadra, più che un'opportunità pare uno strazio.
  • Bisceglie-Bari
Altri contenuti a tema
Antenucci in zona mista: «È stata la partita che dovevamo fare» Antenucci in zona mista: «È stata la partita che dovevamo fare» L'attaccante biancorosso commenta la vittoria nel derby
Bari di un'altra categoria: ai biancorossi il derby col Bisceglie Bari di un'altra categoria: ai biancorossi il derby col Bisceglie I nerazzurri ci provano in qualche occasione ma non riescono ad andare a segno
La sala stampa di Bisceglie-Bari, Vincenzo Vivarini La sala stampa di Bisceglie-Bari, Vincenzo Vivarini Il tecnico biancorosso: «Contento per il risultato ma c'è ancora da lavorare»
Bisceglie-Bari, il dato paganti e l'incasso Bisceglie-Bari, il dato paganti e l'incasso Oltre duemila spettatori per lo storico derby
La quattordicesima giornata di Serie C in tempo reale La quattordicesima giornata di Serie C in tempo reale I risultati del girone C minuto per minuto e la classifica aggiornata al termine delle singole gare
Bisceglie-Bari 0-3, il live score Bisceglie-Bari 0-3, il live score Rivivi con noi il primo storico derby tra nerazzurri e biancorossi
Bisceglie-Bari, una domenica particolare Bisceglie-Bari, una domenica particolare Il giorno che tutti abbiamo sempre sognato
Mister Vivarini avvisa il suo Bari: «Non sottovalutare il Bisceglie» Mister Vivarini avvisa il suo Bari: «Non sottovalutare il Bisceglie» Il tecnico biancorosso alla vigilia del derby
© 2001-2019 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.