Diffamazione on line
Diffamazione on line
Buongiorno

Selvaggio web

Il blog di Vito Troilo

Quanto accaduto sulle chat di Whatsapp e sui social di migliaia di biscegliesi domenica 5 aprile resterà per sempre tra i momenti più abietti e indegni di questo periodo. La città ha saputo dare, nel giro di poche ore, tutto il peggio di sé.

Far girare in privato audio di dubbia veridicità, che infatti si sono rivelati per gran parte privi di fondamento; scatenare una squinternata e demenziale caccia all'uomo, naturalmente sbagliato; ricoprire con centinaia di insulti e minacce un ignaro cittadino biscegliese; scambiarsi foto di persone che - buon per loro - non hanno nulla a che vedere col Coronavirus; accusare a turno amministrazione comunale, forze dell'ordine, Protezione Civile e chi più ne ha più ne metta di mancanza di impeto; evocare le manette e il carcere per un individuo che non c'entra niente; costringere un uomo e persino sua figlia a manifestare sui social l'intenzione di sporgere denuncia per difendersi da accuse gravissime (nella fattispecie, di un reato che prevederebbe una pena fino a 12 anni di reclusione). Bisceglie ha toccato il fondo proprio nella domenica delle palme: altro che «Distanti ma uniti»!

Gli stessi profili dai quali in mattinata erano partite stucchevoli catene di immagini preimpostate con inviti generici a volersi bene, a coltivare la pace, a "scambiarsi idealmente ramoscelli d'ulivo" hanno vomitato, a partire dal pomeriggio, le peggiori espressioni contrarie a quei sentimenti sbandierati poco prima. Come minimo qualcuno dovrebbe ritenersi incoerente. E che nessuno cerchi di autoassolversi perché «Mi sono lasciato prendere da quello che avevo letto»: non è la prima volta, dall'inizio di questa emergenza, che rimarchiamo la necessità di affidarsi esclusivamente a fonti verificate, a mass media qualificati ed equilibrati, a evitare le facilonerie con cui purtroppo taluni trattano le vite di altri esseri umani. Non ci sono scuse.

Le scuse, piuttosto, andrebbero rivolte a quei cittadini biscegliesi che hanno dovuto subìre un'inaudita carneficina verbale. Ma dubito che tra i tanti sceriffi improvvisati in questa domenica da selvaggio web qualcuno possa tirar fuori il coraggio di assumersi una qualche responsabilità. Per la verità, non so come facciano ancora a guardarsi allo specchio.
  • Covid
  • fake news
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

1865 contenuti
Altri contenuti a tema
Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Più guariti che nuovi casi nelle ultime ore in Puglia Sono ancora oltre duemila i ricoverati negli ospedali
Lopalco: «Puglia in zona rossa per i contagi nel weekend di Pasqua» Lopalco: «Puglia in zona rossa per i contagi nel weekend di Pasqua» L'assessore alla sanità spiega l'andamento della curva in Puglia, sottolineando: «Il virus si controlla coi nostri comportamenti»
Campagna vaccinale, la Protezione Civile in cerca di volontari Campagna vaccinale, la Protezione Civile in cerca di volontari Presteranno servizio su tutto il territorio pugliese
«Un cittadino su tre desidera la riapertura dei ristoranti in Puglia» «Un cittadino su tre desidera la riapertura dei ristoranti in Puglia» L'analisi di Coldiretti: «La situazione ha tagliato pesantemente i redditi degli operatori, con un crollo del fatturato del 42% solo nel 2020»
Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie Covid, leggera salita del numero degli attualmente positivi a Bisceglie 8368 biscegliesi hanno già ricevuto almeno la prima dose vaccinale
Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Quasi 2200 positivi al Covid ricoverati negli ospedali pugliesi Di questi, 283 occupano posti nelle terapie intensive
1 Angarano: Oltre 2000 vaccinazioni al PalaCosmai in questa settimana» Angarano: Oltre 2000 vaccinazioni al PalaCosmai in questa settimana» Il Sindaco sottolinea i dati incoraggianti delle somministrazioni effettuate a Bisceglie e ringrazia i medici
Vaccini, superate le 900mila somministrazioni in Puglia Vaccini, superate le 900mila somministrazioni in Puglia A Bisceglie 250 pazienti oncoematologici hanno ricevuto il siero
© 2001-2021 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.