Corsia ospedaliera
Corsia ospedaliera
E guardo il mondo da un oblò

Attenzione, non allarmismo

Storia di una piccola provincia salita, suo malgrado, agli onori della cronaca

Febbraio funesto. Fossi un lodigiano (abitante della provincia di Lodi) rifletterei sulla sfortuna di questo mese bisestile e di come quel territorio abbia assurto una notorietà tanto elevata quanto evitabile. Prima il deragliamento del Frecciarossa nei pressi dell'uscita autostradale di Casalpusterlengo, con due morti e circa trenta feriti, causa fra l'altro di numerosi ritardi e cancellazioni sulle tratte nazionali ferroviarie a medio e lungo termine. Un fatto grave che ha cambiato la storia delle famiglie delle due vittime e messo in ginocchio la vita di migliaia di pendolari da nord a sud.

Mentre si è proceduto alla rimozione dei convogli, accelerando i tempi per un ritorno alla normalità, ecco la bomba che non ti aspetti: la zona compresa tra Codogno, Castiglione d'Adda e Casalpusterlengo è l'epicentro del primo focolaio autoctono italiano del temutissimo Coronavirus.

Salta il banco. Salta l'equilibrio.

Il basso lodigiano è una zona di transito molto importante, al centro tra le province di Piacenza, Cremona e la Città Metropolitana di MIlano.

Vivo in provincia di Cremona, a quarantacinque minuti di strada da quelle cittadine. Ho molti amici in quella zona. Sono stato designato come arbitro di volley in quella zona diverse volte. È una parte molto attiva della Lombardia, dal punto di vista economico, sociale e sportivo. Giusto per fare un esempio, a Casalpusterlengo ha sede la Ucc Assigeco Basket, club che partecipa al campionato di A2 (gioca le gare interne a Piacenza), che ha visto nascere l'astro di Danilo Gallinari - ora nell'Nba - e dove ha concluso la carriera cestistica suo padre Vittorio.

La Fipav (federazione italiana pallavolo) ha annunciato la sospensione di tutte le gare previste, dalla serie B nazionale ai campionati giovanili, nelle quali sono coinvolte formazioni delle province di Cremona e Lodi. Una forma precauzionale e benedetta da tutti.

La regione Lombardia ha invitato - non obbligato - i residenti della zona a non uscire di casa, per contenere al massimo la possibilità di contagio. Sono stati attivati centri di emergenza per eventuali interventi.

Attenzione, non allarmismo: questa è l'indicazione fornita alla popolazione, ma con i negozi chiusi e i supermercati presi d'assalto per assicurarsi scorte di acqua e cibo sembra quasi un miraggio non avvertire la paura fra i residenti nelle province interessate e l'apprensione in quelle confinanti.

In rete è possibile recuperare le indicazioni da seguire per prevenire il possibile contagio, attraverso dieci buone prassi igieniche consigliate dal ministero della salute, oltre che gli estremi per comunicare un possibile caso di contagio.

Bisogna prestare massima attenzione, senza allarmismo.
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

1432 contenuti
Altri contenuti a tema
Boccia-Ricchiuti, colloquio telefonico: «Battaglia comune proteggere la salute» Boccia-Ricchiuti, colloquio telefonico: «Battaglia comune proteggere la salute» Il ministro: «Dobbiamo evitare una terza ondata»
Boccia: «Far nascere Gesù due ore prima non è eresia». Polemica sulle parole del ministro Boccia: «Far nascere Gesù due ore prima non è eresia». Polemica sulle parole del ministro Gli affondi di Salvini e Meloni, l'attacco di un altro biscegliese illustre, Monsignor Giovanni Ricchiuti
Superati i 50mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Superati i 50mila casi positivi in Puglia dall'inizio dell'emergenza Tasso di occupazione delle terapie intensive al 42%. 15 decessi nella Bat nelle ultime ore
Soldani: «Sciogliere urgentemente il nodo della malattia per i commercialisti» Soldani: «Sciogliere urgentemente il nodo della malattia per i commercialisti» Il biscegliese, presidente dell'Odcec di Trani, esorta i parlamentari del territorio a garantire la tutela della categoria nell'eventualità di contagi
Fials: «Nuove mascherine professionali, l'Asl ha accolto le nostre segnalazioni» Fials: «Nuove mascherine professionali, l'Asl ha accolto le nostre segnalazioni» Somma e Di Liddo: «Tutelare la salute e la sicurezza negli ambienti di lavoro deve restare una priorità»
95 nuovi ricoverati e 52 decessi nelle ultime 24 ore 95 nuovi ricoverati e 52 decessi nelle ultime 24 ore Quasi 50mila casi di positività in Puglia dall'inizio dell'emergenza
Oltre 900 guariti e 30 decessi nelle ultime 24 ore Oltre 900 guariti e 30 decessi nelle ultime 24 ore Quasi 35mila attualmente positivi in Puglia
«Chiusura alle 19». L'appello di Angarano ai commercianti non inclusi nell'ordinanza «Chiusura alle 19». L'appello di Angarano ai commercianti non inclusi nell'ordinanza Il primo cittadino: «Lo sforzo e l'aiuto di tutti può fare davvero la differenza»
© 2001-2020 BisceglieViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
BisceglieViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.